Il Confessionale

a cura di Francesca Gabriele

 

Michele Turco (La Margherita)

 

Età.

“Quarantanove anni”.

 

Definisca con un aggettivo il ruolo che secondo lei, ricopre oggi la politica nella nostra società.

“La politica ha indubbiamente un ruolo importante per la società odierna”.

 

Dia un voto politico al dirigente diellino del Savuto, Francesco Garofalo.

“Sei”.

 

Dia un voto politico al sindaco di Grimaldi, Giuseppe Albo.

“Cinque”.

 

Dia un voto politico al suo compagno de “Il Confessionale” Francesco Saccomanno.

“Cinque”.

 

Mandi un messaggio al presidente della Comunità Montana del Savuto, Anna Aurora Colosimo.

“Vorrei lanciare un messaggio di pace, affinché, si evitino i contrasti in atto”.

 

Pensa di candidarsi alle prossime amministrative grimaldesi?

“Perchè no?”.

 

Confessi: sarà lei il nuovo assessore diellino all’Ente Montano?

“La decisione è del mio partito e del gruppo consiliare”.

 

Gioco della torre: Giovanni Notarianne, Alessandra Medaglia, Mario Saccomanno. Chi butta giù?

“Butto l’assessore comunale grimaldese, Mario Saccomanno”.

 

A chi fra i politici del Savuto consegnerebbe il Tapiro e a chi il Telegatto?

Consegnerei il Tapiro al primo cittadino di Grimaldi, Giuseppe Albo, dopo il recente scivolone sui Rom, mentre, il Telegatto lo darei al sindaco di Rogliano, Giuseppe Gallo, perchè mi piace l’impostazione che ta dando al suo lavoro d’amministratore, contribuendo a ringiovanire Rogliano con delle iniziative davvero ammirabili”.

 

(ssolto)

L’ingegnere Michele Turco, è il primo ospite grimaldese ad essere stato interpellato dalla nostra rubrica. Ha accettato di sottoporsi alle nostre domande senza trincerarsi dietro false preoccupazioni moraleggianti che indubbiamente lasciano il tempo che trovano. Per la finezza intellettuale dimostrata e per la schiettezza con la quale ha risposto ai nostri quesiti, è assolto a pieni voti.

 

 

 

Francesco Saccomanno (Partito della Rifondazione Comunista)

 

Età.

“Quarantadue anni”.

 

Definisca con un aggettivo il ruolo che secondo lei, ricopre oggi la politica nella nostra società.

“Le dico due aggettivi: insufficiente ed inappropriata”.

 

Dia un voto politico all’assessore provinciale Ferdinando Aiello.

“Dieci e lode”.

 

Dia un voto politico da uno a dieci all’assessore della Comunità Montana del Savuto, Ernesto Marinelli.

“Per il suo impegno dieci e lode. Per tutto quello che come Partito (Rifondazione Comunista) è stato fatto, dico la sufficienza”.

 

Dia un voto politico al suo compagno de “Il Confessionale” Michele Turco.

“Insufficiente riferendomi alla questione Rom, che ci ha visto contrapposti”.

 

Mandi un messaggio all’esponente diellino Pasquale De Rose.

“Il mio messaggio a Pasquale, vuole essere più che altro il sincero augurio di ritornare a fare politica attiva, così come ha saputo fare nel passato per il suo comune, Altilia”.

 

Pensa di candidarsi alle prossime amministrative grimaldesi?

“No”.

 

Confessi: come definisce il suo rapporto politico con il consigliere provinciale Marino Reda?

“Inesistente. Stimo il consigliere Reda sul piano personale, ma non su quello politico”.

 

Gioco della torre: Giuseppe Albo, Pietro Miceli, Mario Guzzo Foliaro. Chi butta giù?

“Il sindaco di Altilia, Pietro Miceli”.

 

A chi fra i politici del Savuto consegnerebbe il Tapiro e a chi il Telegatto?

“Il Tapiro lo assegnerei al coordinatore zonale dei Democratici di Sinistra Carmelo Salvino, per come sta gestendo la situazione all’Ente Montano; il Telegatto lo consegnerai all’assessore comunale roglianese alle politiche sociali e ambiente Fernando Sicilia, perchè sta lavorando davvero bene, e per aver sollecitato l’adesione al progetto Parco della Sila”.

 

(Assolto)

Avere nella nostra rubrica Francesco Saccomanno, è stato un onore. Nel corso dell’intervista in maniera intelligente, ha saputo fare un distinguo fra i voti e le considerazioni che si avviava a dare sul piano politico, dai rapporti personali che intrattiene con i colleghi, senza voler a tutti costi passare per il “buono” o l’ “ingenuo” della politica locale. Per la sua cortesia e soprattutto per non essersi assoggettato a qualsivoglia persona nell’esprimere il suo giudizio, lo assolviamo a pieni voti.

 

 

Nella foto: Michele Turco (a sinistra) e Francesco Saccomanno.

 

 

Fonte della Notizia

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com