Grimaldi: Giovanni Bombino è andato in pensione

di Antonietta Malito

 

 

GIOVEDI’ 18 gennaio, dopo trentacinque anni di servizio presso il Comune di Grimaldi, ha festeggiato il suo pensionamento Giovanni Bombino. Bombino, che dal 15 novembre 1971 al 31 dicembre scorso ha svolto presso l’ente comunale la mansione di responsabile dell’ufficio affari generali, ha ricevuto i saluti del sindaco Giuseppe Albo nella sala Giunta del Comune, di fronte alla moglie Giovanna, alla sorella Gertrude, agli ex colleghi di lavoro e ad alcuni amici. Presenti anche il vicesindaco, Giovanni Notarianne; il presidente del Consiglio comunale, Alessandra Medaglia; l’intera Giunta; la segretaria comunale, Cristina Gimondo; il direttore della testata giornalistica La voce del Savuto, Fiore Sansalone. Il neo pensionato, visibilmente commosso, ha ricevuto il saluto dell’Amministrazione comunale ed ha a sua volta salutato quelli che per tanti anni sono stati i suoi compagni di lavoro, e ringraziato tutti i presenti. Giuseppe Albo ha ricordato alcuni momenti di vita vissuti insieme a Bombino: «Sono commosso perché sono cresciuto con lui – ha detto il primo cittadino di Grimaldi. Ricordo la sua casa, sua madre, la sua partenza in America. Allora io ero un giovanotto e lui per me era come un fratello. Quando è ritornato nel nostro paese, per la verità, mi ha fatto piacere». Albo ha inoltre annoverato alcune date importanti per la sua vita nelle quali Giovanni si è trovato sempre al suo fianco. «Quando sono stato eletto nel 1975 Giovanni era al Comune. Sono stato di minoranza e lui era qui, così come quando sono ritornato nel 1990». Il sindaco ha poi sottolineato alcune doti di Bombino, quali la sua affidabilità e disponibilità. «Giovanni è stato utile al Comune ed è stato un dipendente molto fidato, non solo verso di me ma verso le istituzioni. Avere dipendenti di cui potersi fidare – ha ammesso Albo – per un amministratore è una cosa importante. Per me forse lo è stato ancora di più e lo ringrazio per questo sentitamente. Giovanni ci mancherà e so che noi mancheremo a lui. So che sarà sempre uno di noi e lo sarà anche per chi verrà dopo di noi, per cui sarà una persona utile, corretta, disponibile». Infine Albo, a nome della Giunta e del Consiglio comunale ha detto: «Insieme a quelli che per tanti anni sono stati i tuoi compagni di viaggio, ti auguriamo felicità e serenità e ti diciamo sentitamente grazie di quanto ci hai dato». Al termine del suo intervento, il primo cittadino di Grimaldi ha consegnato a Giovanni un regalo a nome dell’intera Amministrazione comunale e degli ormai ex colleghi di lavoro: uno splendido orologio che il neo pensionato ha apprezzato molto. Dal canto suo Bombino ha preso la parola ringraziando questa Amministrazione comunale e le precedenti. «Spero che il Signore mi consenta di godermi questa pensione – ha dichiarato subito dopo con sincerità». Poi ha espresso parole di affetto e di riconoscenza verso i suoi cari. «Oggi accanto a me c’è mia sorella Gertrude e sono contento – ha affermato con gioia – perchè è l’unico familiare che ho a Grimaldi. Ringrazio inoltre mia madre e mio padre che mi hanno educato ad essere sempre rispettoso nei confronti degli altri». Prima di concludere, Bombino ha ricordato il compianto Emilio Anselmo, sindaco di Grimaldi nell’anno della sua assunzione al Comune, insieme all’ex assessore Michele Rigitano e all’ex vicesindaco Raffaele Caria. Dopo un buffet nella sala Giunta, dalle 21 in poi è iniziata la festa vera propria nei locali di un noto ristorante di Paterno Calabro. Numerosi gli invitati, fra i quali il consigliere provinciale Marino Reda; operatori sanitari e medici dell’ospedale Santa Barbara di Rogliano. Tra questi ultimi: il direttore sanitario, dottor Gianfranco Greco; il primario del reparto di chirurgia, professor Pasquale Formisani; il primario del reparto di anestesia, dottor Franco Funari; l’ex direttore sanitario Venturangelo Notti; il dottor Francesco Altomare, chirurgo; la dottoressa Teresa Stella, anestesista. Bombino è grimaldese d’origine e vive a Grimaldi con la moglie Giovanna e la sorella Gertrude. Ha l’hobby della fotografia e da qualche anno è il fotografo ufficiale del nostro settimanale (la Voce del Savuto, ndr) insieme a Luigi Grandinetti, anche lui presente alla festa. Nel corso dei festeggiamenti il nostro direttore, Fiore Sansalone, suo grande amico, gli ha consegnato un ricordo di questa giornata a nome della direzione e della redazione de La voce del Savuto.

 

 

Nelle foto: Giovanni Bombino (al centro) con i familiari, il sindaco di Grimaldi, Giuseppe Albo, gli amministratori comunali e i colleghi di lavoro.

 

 

Fonte della Notizia

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com