Mangone: gruppo di volontari contro il bracconaggio

Proposta ‘pro ambiente’ dell’ass.ne Libera Caccia

 

UTILIZZARE il verde attrezzato di Piano Lago come sede sociale in cambio della manutenzione della stessa area e di una pattuglia delle guardie volontarie venatorie che attui il monitoraggio del territorio contro il bracconaggio e per la salvaguardia ambientale. È quanto chiede all’amministrazione comunale la sezione mangonese dell’associazione nazionale “Libera Caccia”, da anni presente sul territorio e che da qualche tempo reclama maggiori spazi e intende fornire un impegno attivo nella comunità. Il presidente della sezione comunale, Luigi Giannotta, responsabile della gestione della Z.A.C. (zona addestramento cani) di Piano lago ha recentemente organizzato la giornata del Cacciatore. In una locanda del centro storico di Mangone si sono riunite circa trenta tra cacciatori e appassionati di caccia per confrontarsi sulle problematiche legato all’attività venatoria. Presenti alla manifestazione, tra gli altri, il presidente dell’associazione provinciale Pasquale Paradiso, il coordinatore A.T.C. (ambiti territoriali di caccia) provinciale Nicola Perrotta e una delegazione delle sezioni comunali di Bianchi e Colosimi. L’evento è stato allietato da un lauto banchetto a base di cinghiale, lepre e beccaccia e dalla musica di menestrelli locali.

 

Assunta Cristello

 

Nella foto: Luigi Giannotta

 

 

Fonte della Notizia

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com