‘Risu e vurraina’

a cura di Giuseppina Oliveti

LA BORRAGINE pianta spontanea dei nostri prati e campagne si raccoglie nel periodo primaverile ed in piena estate, si utilizzano le foglie belle e verdi oppure in alcune ricette i fiori di color blu-violaceo.

 

Nella tradizione calabrese ed in particolare, in quella di Rogliano veniva usata per minestre insieme alle patate ed al riso oppure come ripieno per frittelle o pizze di pane, o consumata da sola lessata e condita con olio d’oliva, aglio e sarde dissalate.

 

Oggi vi propongo una ricetta che unisce la tradizione e la cucina moderna.

 

Risotto con la borragine o “Risu e vurraina”

Difficoltà: bassa — Preparazione: 30 minuti

Dosi per 4 persone

 

Ingredienti:

350g i riso

30gdi borragine

1 cipolla media

1 porro

4 cucchiai di olio extra vergine d’oliva

2 cucchiai di vino bianco

50g di burro

50g di formaggio grattugiato

1 litro di brodo vegetale

2 tuorli

Sale q.b

 

Preparazione:

PULITE le foglie di borragine, tritatele e fatele sgocciolare. Nella pentola affettiamo sottilmente porro e cipolla facciamo rosolare il tutto con l’olio e il burro aggiungiamo il riso ; fatelo tostare per qualche minuto, bagnatelo con il vino e lasciatelo sfumare. Unite la borragine ed il brodo bollente man mano che la cottura lo richiede. Quando il riso è al dente toglietelo dal fuoco, incorporatevi il formaggio e i tuorli sbattuti regolate di sale e servite in tavola.

 

OTTIMO abbinamento sarebbe un Bianco Terre di Franciacorta, oppure un qualsiasi vino bianco atto in casa.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com