Metropolitana: se ne è discusso in Sesta Commissione

Reda si farà portavoce delle istanze del territorio

 

SI E’ TENUTO IERI (nei giorni scorsi, ndr), nei locali della sede della Provincia, un incontro, fra i componenti della Sesta Commissione "Trasporti ed Attività Economiche e Produttive" ed una rappresentanza di consiglieri della Comunità Montana del Savuto, per discutere sulle possibilità di inserimento di detta area nel progetto della metropolitana leggera. I consiglieri della Comunità Montana (Franco Adamo, Luigi Pascuzzo, Irma Filice, Franco Garofalo e l’esperto in materia di Trasporti Donato Lupia) che, nei giorni scorsi, avevano chiesto al Presidente della Commissione, Marino Reda, di potersi incontrare per affrontare il problema dei collegamenti in generale, hanno manifestato viva preoccupazione per il graduale depauperamento della zona carente di comunicazioni efficaci con la città capoluogo, che rischia di determinarne un’emarginazione devastante e sempre più critica. Hanno lamentato, in particolare, l’insufficienza di corse di autobus per l’Università che non risponde alle reali esigenze di un vasto territorio in affluenza verso l’ateneo cosentino. Perplessità ed esigenza di chiarezza, infine, sono state espresse anche in ordine alla diversa destinazione di un’ipotetica consistente somma da parte delle Ferrovie della Calabria, da utilizzare per l’ammodernamento della linea Soveria-Cosenza, e che, invece, sarebbe stata stornata per realizzare il prolungamento Cosenza-Rende-Università. Nell’ambito della discussione si è posto l’accento sulla necessità che la zona del Savuto non debba essere considerata territorio a sé, disancorato totalmente sia dal contesto universitario che dalla città capoluogo. Per la presenza dell’Ospedale di Rogliano, per i suoi presidi di alto livello scientifico e la realtà industriale di Piano Lago, la zona del Savuto ha bisogno di attenzione e di interventi mirati a conferirle un ruolo di incontestabile area strategica del tessuto economico provinciale. "La mobilità di cose e persone rimane, quindi, risolutiva per un’area che presenta ricche potenzialità e costituisce il vero motore di sviluppo di un territorio che, diversamente -ha detto a proposito il Presidente Marino Reda, supportando le giuste istanze dei rappresentanti della Comunità Montana- rimarrebbe oltremodo penalizzato e mortificato nella sua tensione di modernizzazione e di proiezione economica nel futuro". "Come Provincia di Cosenza abbiamo previsto nel Piano Triennale dei Trasporti la valorizzazione delle rete di comunicazione del Savuto, consapevoli dell’importanza che la zona riveste nel contesto della Presila, dove l’eventuale realizzazione della metropolitana leggera potrebbe dare un impulso di inedito spessore". E’ stata anche evidenziata la volontà determinata delle popolazioni della zona del Savuto di non voler subire una politica basata solo sulla logica del profitto fine a sé stesso o sui campanilismi ma tesa, altresì, a realizzare il potenziamento di infrastrutture e realizzazioni nel settore dei Trasporti, che non solo abbiano comprovati riflessi economici per imprimere una decisiva svolta all’intero comprensorio, ma diano anche un diversa mobilità e possibilità di comunicazione a tutto il territorio. La metropolitana leggera potrebbe essere l’occasione più idonea, con l’inclusione nel progetto anche di questa zona, per far sì che sì che partano quei presupposti di sviluppo a cui il territorio anela con urgenza. Di questa istanza, ha assicurato, si farà portavoce il Presidente della Sesta Commissione Marino Reda, presso il Presidente della Provincia On. Gerardo Mario Oliverio, il quale, attesa la sua riconosciuta sensibilità, saprà sicuramente valutare opportunamente e sostenere la soluzione più consona alle esigenze prospettate.

 

 

Nella foto: il consigliere provinciale Marino Reda.

 

 

Fonte della Notizia: PROVINCIA DI COSENZA

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com