Presentato un ordine del giorno in Consiglio Provinciale

S. Barbara: iniziativa di Giuseppe Gallo e Marino Reda

 

IL DOCUMENTO, sottoscritto dai consiglieri Giuseppe Gallo e Marino Reda, impegna l’Assise a sollecitare le autorità competenti (in primis il presidente della Giunta regionale e l’assessore regionale alla Salute) a “rimodulare” il nuovo Piano Sanitario, tenendo conto del presidio ospedaliero Santa Barbara in una ottica di rilancio e sulla base degli investimenti (più di cinque milioni di euro) spesi in questi anni per il completamento dei reparti di Chirurgia, Medicina e Dialisi, il rifacimento delle sale operatorie, la ristrutturazione del pronto soccorso e dell’obitorio, per lavori di sistemazione esterna. “La scelta di includere il Santa Barbara, nell’Azienda ospedaliera di Cosenza – si legge nell’odg – ha rappresentato e rappresenta una soluzione intelligente che, nel mentre decongestiona il più importante presidio del capoluogo di provincia (Annunziata) oramai al collasso, rende specialistico e produttivo quello della sua immediata periferia”. Il Consiglio provinciale fa propria, inoltre, la preoccupazione di sindaci ed amministratori locali, ma anche di rappresentanti di forze politiche, organizzazioni sindacali, associazioni, commercianti e cittadini, rispetto ad una proposta di riconversione del nosocomio che viene definita “sprovvida e penalizzante”. I contenuti del nuovo Psr continuano a suscitare grosso allarme nell’area del Savuto, con la popolazione pronta a manifestare qualora venga ufficialmente prospettato il cambio da ospedale a casa della salute di quello che da oltre un trentennio ha costituito un punto di riferimento importante per la sanità comprensoriale. Un esempio confermato, del resto, dalla recente indagine Eurispes, sul livello di soddisfazione relativo ad alcuni servizi (prenotazione, accettazione, prestazioni alberghiere e prestazioni sanitarie) erogati all’interno delle strutture di pertinenza dell’Ao cosentina. Per il Santa Barbara viene chiesto, ancora una volta, quindi, il mantenimento di presidio attivo all’interno dell’Azienda ospedaliera di Cosenza, previo suo completamento con reparto Dialisi, Day surgery e collocazione di una seconda branca chirurgica (chirurgia artroscopica e articolare). La proposta di ordine del giorno presentata in Consiglio provinciale ha ricevuto il consenso dell’attuale sindaco di Cosenza, nonché presidente dell’Anci Calabria, Salvatore Perugini.

 

G. S.

 

Nella foto: interno del Santa Barbara.

 

 

Fonte della Notizia

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com