Il Confessionale

a cura di Francesca Gabriele

 

Stefano Nicoletti – dirigente di Alleanza Nazionale

 

Età.

Venticinque anni”.

 

Tre pregi e tre difetti di Stefano Nicoletti.

Tra i pregi che ritengo di possedere,  le cito:  la determinatezza, la sincerità, la generosità; tra i difetti che possiedo sicuramente ne risaltano tre: l’eccessivo altruismo, la testardaggine, l’esagerata autonomia”.

 

Il politico, lo scrittore e l’attore che le piacciono di più.

“Nutro ammirazione per lo scomparso Giorgio Almirante, leggo moltissimo Luigi Pirandello, seguo con attenzione l’attore Al Pacino”.

 

Il titolo del libro che più di tutti ha contribuito alla sua crescita intellettuale.

“Apprezzo sicuramente l’opera di Luigi Pirandello intitolata Uno Nessuno e Centomila”.

 

La persona che più di ogni altra ha rappresentato la sua guida politica finora.

Non posso che risponderle il commissario cittadino di Alleanza Nazionale, Ferdinando Falbo”.

 

Chi le piace dei politici locali e perché?

“Indubbiamente apprezzo l’onorevole Pierino Buffone, il quale, per il contributo apportato alla comunità roglianese, resta uno dei pochi politici carismatici e di razza”.

 

Chi non le piace tra gli esponenti dei Democratici di Sinistra roglianese e perchè?

Il coordinatore zonale, Carmelo Salvino, perchè, non ha saputo sfruttare le potenzialità politiche in suo possesso a servizio della comunità locale”.

 

Confessi: come valuta il percorso politico intrapreso da Alleanza Nazionale a partire dal 2006.

Valuto positivamente il percorso del mio partito in questo ultimo anno. Il risultato elettorale è stato eccellente con l’elezione a consigliere comunale  del nostro commissario cittadino,Ferdinando Falbo. Siamo inoltre riusciti a coinvolgere molte più persone rispetto al passato. Ed ancora, insieme ai consiglieri comunali di Forza Italia stiamo portando avanti le nostre  battaglie contro questa maggioranza rilassata e poco attiva”.

 

Gioco della torre. Le faccio il nome di tre esponenti politici roglianesi: Fernando Sicilia (assessore comunale), Piero Buffone (consigliere di minoranza), Giovanni Altomare (vicesindaco). Chi butta giù dei tre e perchè?

“Butto il consigliere comunale Piero Buffone per la sua incoerenza politica”.

 

A chi tra i politici del Savuto consegnerebbe il Tapiro e a chi assegnerebbe il Telegatto?

“Il Tapiro lo consegnerei all’assessore provinciale Ferdinando Aiello, il quale, potrebbe mettere al servizio del nostro paese le opportunità politiche in suo possesso; il Telegatto lo assegnerei al commissario di An Ferdinando Falbo, il quale, nonostante la sua giovane età, sta dimostrando di possedere intelligenza e capacità politica”.

 

 

(Assolto)

Con la partecipazione del giovane Stefano Nicoletti alla nostra rubrica, è arrivato il primo Tapiro per l’assessore provinciale Ferdinando Aiello. Nicoletti, sebbene studia  a Roma, dimostra di seguire con interesse le vicende politiche del nostro territorio.  Nel corso dell’intervista,  ha  risposto con intelligenza e prudenza alle nostre domande mettendo in evidenza spontaneità e simpatia.

 

 

Vincenzo Marsico – Consigliere comunale L’Unione

 

Età.

“Quarantaquattro anni”.

 

Tre pregi e tre difetti del consigliere comunale Vincenzo Marsico.

“Non sono io a dovermi valutare, lo lascio fare agli altri”.

 

Il politico, lo scrittore e l’attore che le piacciono di più.

“Il politico che mi ispira per ideologia, per coerenza e intelligenza è il segretario nazionale del mio partito, Piero Fassino; lo scrittore che seguo con maggior interesse è Luis Sepúlveda; tra gli attori preferisco Dustin Hoffman”.

 

Il titolo del libro che più di tutti ha contribuito alla sua crescita intellettuale.

Per ogni fase della vita si è legati ad un’opera letteraria diversa. Per questo non le cito un particolare libro”.

 

La persona che più di ogni altra ha rappresentato la sua guida politica finora.

“Non ho una persona politica alla quale mi ispiro come guida.  Mi trovo in politica esclusivamente per dare un contributo alla crescita del mio paese”.

 

Chi le piace dei politici locali e perchè.

Metto al di sopra di tutti, il nostro sindaco Giuseppe Gallo, perchè fa politica e amministra per il bene della comunità in maniera pura ed imparziale”.

 

Chi non le piace di Alleanza Nazionale?

Non avendo rapporti diretti con gli esponenti di An, quest’ultimi, non possono che essermi indifferenti”.

 

Confessi: pensa che Progetto Comune  (bollettino di informazione edito dall’amministrazione comunale) possa rappresentare un futuro di comunicazione accuratamente obiettivo per il cittadino?

Guardi, Progetto Comune fondamentalmente non è un giornale, è semplicemente un bollettino che dal Comune arriva agli amministrati. L’auspicio è che in futuro possa diventare un punto di riferimento obiettivo  per i cittadini”.

 

Gioco della torre. Le faccio i nomi di tre consiglieri comunali di minoranza: Mario Canino, Leonardo Citino, Ferdinando Falbo. Chi butta giù dei tre e perchè?

Per equità non butto giù nessuno, anzi, i colleghi che lei ha citato li vorrei tenere sulla torre, auspicando una loro maggiore collaborazione in consiglio comunale. L’appello che faccio ai tre esponenti del centrodestra locale, proprio dal Confessionale, è quello di essere più costruttivi e meno disfattisti”.

 

A chi tra i politici del Savuto consegnerebbe il Tapiro e a chi assegnerebbe il Telegatto?

Il Tapiro lo consegnerei a tutti i consiglieri di minoranza che spesso assumono posizioni assurde, dimenticando che ogni singolo cittadino ha l’intelligenza necessaria per capire determinati atteggiamenti; il Telegatto lo assegnerei al mio sindaco,  il quale, in qualità di  amministratore ,ritengo che  abbia  tutte le qualità indispensabili per fare bene e riportare Rogliano al posto che si merita nella valle del Savuto e in tutto il comprensorio a sud di Cosenza”.

 

(Assolto)

Il nostro contatto con il consigliere comunale Marsico è avvenuto pochi giorni prima dell’annuncio ufficiale sul nostro settimanale della sua partecipazione alla rubrica “Il Confessionale”. Nonostante al momento della nostra inattesa telefonata Marsico si trovasse  impegnato in un convegno, ha risposto immediatamente alle  domande. Gentile, spontaneo, elegante nei toni, è assolto a pieni voti.

 

 

Nella foto: Stefano Nicoletti (a sinistra) e Vincenzo Marsico.

 

 

 Fonte della Notizia

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com