Anche i Giovani della Dc a sostegno del Santa Barbara

Intervento del commissario provinciale, Garofalo

 

IL COMMISSARIO provinciale dei Giovani Democristiani, Eugenio Garofalo, ha fatto sapere che il movimento di cui è alla guida sostiene la battaglia in favore dell’ospedale di Rogliano. Ospedale ritenuto “risorsa indispensabile” la zona del Savuto e per la stessa  città di Cosenza”. “Il comprensorio Savuto, già depauperato  e immiserito  sul piano strutturale e dei servizi,  non tollererebbe questa ulteriore mortificazione  che – ha detto Garofalo – andrebbe ad aggiungersi alle scelte penalizzanti perpetrate nei confronti della zona”. Intanto, la vicenda Santa Barbara continua ad essere argomento principe della discussione politica locale, ma anche elemento di forte malumore fra le popolazioni del comprensorio, che nell’eventuale riconversione della struttura intravedono la perdita di un punto di riferimento importante. A giudizio del dirigente dei Giovani Dc “è necessario bloccare la tendenza che vuole che il Savuto sia emarginato rispetto alle politiche di sviluppo regionale”. “In questa direzione – ha spiegato Garofalo – le forze politiche democratiche devono saper farsi ascoltare dai responsabili  regionali, formulando proposte e suggerimenti che tutelino le strutture esistenti e nel contempo aprano speranze e fiducia tra le giovani generazioni del comprensorio, stanche di assistere passivamente alle politiche del togliere risorse anziché aggiungere nuove”. Contro la proposta di riconversione del nosocomio cittadino contenuta nel nuovo Piano Sanitario Regionale, la valle del Savuto, ricordiamo, manifesterà il prossimo 19 luglio per le strade di Rogliano. Sul caso del presidio ospedaliero e più in generale su quello che già da tempo viene considerato il rischio di “progressiva e lenta marginalizzazione” dell’area, sindaci ed amministratori locali, nei giorni scorsi hanno approvato un documento nel quale, tra le altre cose, è stata espressa “viva preoccupazione” rispetto alle recenti scelte in materia di programmazione, che per certi aspetti sembrano “minimizzare il ruolo del Savuto e mortificare l’esigenza del territorio” e l’idea stessa di sviluppo pianificata secondo priorità già da tempo individuate. “Non è accettabile – ha concluso Eugenio Garofalo – che il Savuto diventi terreno di conquista durante le campagne elettorali salvo, poi, ad essere dimenticato e snobbato da tutti i politici, senza distinzione alcuna, che, ottenuti i voti, vanno a ‘spendere’ e ‘investire’ altrove”.

 

Gaspare Stumpo

 

Nella foto: Eugenio Garofalo.

 

 

Fonte della Notizia

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com