Incendi: evitato il peggio, ma i danni sono notevoli

Grosso rischio per i castagneti di località ‘Manche’

 

ALLA FINE sono riusciti ad evitare il peggio anche se il danno appare di per se già considerevole se si tiene conto della vastità di superficie agricolo-forestale andata distrutta a causa dell’incendio sviluppatosi giovedì scorso a monte del fiume Savuto. Le fiamme, ricordiamo, hanno ridotto in cenere decine di ettari di macchia mediterranea, fienili, minacciato abitazioni, case coloniche e ricoveri per animali. Una giornata da incubo quella vissuta nelle località ‘Bucita’ e ‘Fifari’ del comune di Rogliano, dove la prima parte dell’emergenza è stata fronteggiata con pochi mezzi e con il solo contributo del personale Afor di stanza nella vicina base di ‘Cortici’ – di una autobotte della Comunità montana e di un gruppo di volontari. L’incendio ha rischiato di propagarsi pericolosamente nella soprastante zona ‘Manche’ che si contraddistingue per la presenza di castagneti (molto utili alla micro economia del territorio) ma è stato bloccato appena in tempo grazie all’apporto dei mezzi aerei, dei Vigili del Fuoco e degli stessi proprietari che hanno creato veri e propri sbarramenti naturali. Un lavoro massacrante che si è protratto sino a notte inoltrata per il rapido espandersi delle fiamme sospinte dal vento, che hanno prodotto una grossa cappa di fumo intorno al centro abitato di Rogliano ed ai paesi della sua cintura. Si è trattato di uno dei più grossi focolai sviluppatisi da qualche anno a questa parte nelle immediate zone di campagna situate a ridosso del capoluogo. Una circostanza per la quale è stato reso necessario il continuo monitoraggio, da parte dei Vigili urbani, della strada provinciale di collegamento da e per la frazione Saliano. L’emergenza è stata seguita costantemente anche dall’Amministrazione comunale di Rogliano, con il sindaco Giuseppe Gallo che nell’occasione si è recato personalmente nelle aree interessate dal grosso incendio.

 

G.S.

 

Nella foto: l’incendio di giovedì.

 

 

 

Fonte della Notizia

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com