Ottantaseienne di Panettieri viaggia da Milano in Calabria

Sfida di Francesco Scalise con la sua 500 Sporting

 

IN QUESTO articolo vogliamo raccontarvi la storia un po’ “particolare” di un nostro stravagante “compaesano”, Francesco Scalise (meglio noto come “Cicciu ‘u Cavaleri”) e del suo ardimentoso viaggio attraverso l’Italia. Partenza: Pogliano Milanese ore 03.45. Destinazione: Panettieri. Detta così non ci sarebbe nulla di cui stupirsi. Sono molti i nostri compaesani che vivono nel Nord Italia, o addirittura in Stati esteri, e che nei mesi estivi fanno ritorno a Panettieri. Se non che, il nostro Ciccio ha la bellezza di 86 anni (87 a settembre!) ed ha avuto l’audacia e (per sua stessa ammissione, a mente fredda) l’imprudenza di partire da solo alla guida della sua FIAT 500 Sporting, color giallo, alla volta di Panettieri. Il tutto senza informare né figli né parenti.

 

Negli anni scorsi Ciccio ha raggiunto il nostro piccolo paese in treno o in pullman, generalmente accompagnato da qualche familiare o da qualche amico anch’egli di ritorno in zona. Quest’anno, invece, una serie d’impegni hanno impedito ai figli di accompagnare il loro padre che, non trovando posto in treno e desideroso di raggiungere al più presto Panettieri per godersi un meritato riposo dalla vita stressante della città, ha pensato bene di lanciarsi con la sua 500 Sporting lungo le autostrade d’Italia. Dopo diverse ore di viaggio, con i familiari che lo sapevano nella sua casa di Pogliano Milanese, Ciccio ha raggiunto Rogliano, dove ha effettuato l’ultimo pieno alla sua auto ed ha telefonato ai parenti di Carlopoli e Panettieri, informandoli del suo imminente arrivo e destando il loro sconcerto. Ma la meraviglia e lo stupore sono durati poco, conoscendo Ciccio ed il suo temperamento. Già qualche anno fa, del resto, egli aveva tentato lo stesso viaggio in solitaria, interrotto però nei pressi di Roma in seguito ad un incidente, per fortuna lieve.

 

Ma a bene vedere, tutta la vita di Ciccio sembra caratterizzata dai viaggi e dalle migrazioni. Egli sembra perfettamente incarnare il prototipo del calabrese errante, costretto dal bisogno a spostarsi per il mondo alla ricerca del lavoro e di condizioni migliori di vita. Da esperto caseario, la sua storia di emigrante ha toccato le seguenti tappe: Reggio Calabria, Sardegna, Canada, infine Pogliano Milanese, dove si è stabilito. Ma negli ultimi anni si è fatto sempre più forte il desiderio di fare ritorno definitivamente nella sua terra d’origine. Come molti emigranti, anche Ciccio non ha mai accettato fino in fondo l’idea di fermarsi stabilmente in un luogo estraneo alla sua terra e lontano dalla sua gente. E col passare degli anni, la volontà di riallacciare i rapporti di un tempo è diventata sempre più pregnante. In Calabria, a Panettieri, Ciccio ha la possibilità di vivere tra i parenti che per anni ha avuto lontani, può vivere delle sue passioni, prima fra tutte la ricerca di erbe curative di cui sono ricche le nostre montagne e le lunghe passeggiate.

 

 

Nelle foto: Francesco Scalise con la sua Fiat 500 Sporting.

 

 

Fonte della Notizia: Comune di Panettieri (Cs).

 

 

 

***

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com