S. Stefano: interrogazione di Franco Garofalo su Lsu

L’ex sindaco chiede se vi saranno stabilizzazioni

 

IL CONSIGLIERE di minoranza, Francesco Garofalo (Dc), ha chiesto al sindaco del luogo, Antonio Orrico (Ds), se è intenzione della sua Amministrazione modificare l’attuale pianta organica del comune di Santo Stefano di Rogliano per adeguarla “anche alla crescita demografica registrata in questi ultimi anni” e se la stessa Amministrazione “intende o meno aumentare l’organico per compensare la stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili” beneficiando delle leggi e dei relativi incentivi in materia di precariato Lsu/Lpu. L’ex sindaco ha ricordato, infatti, che i comuni con popolazione inferiore a 5000 abitanti “rappresentano i beneficiari  della norma, in quanto non  soggetti al patto di stabilità e che per le assunzioni dei lavoratori socialmente utili è previsto l’incentivo pari ad euro 9.296,22 annui, a fronte dell’onere relativo alla copertura contributiva, per ogni soggetto assunto con contratto di lavoro a tempo pieno o parziale ed indeterminato”. A giudizio di Francesco Garofalo “i piccoli comuni non possono disperdere questa opportunità finanziaria  che la norma concede per rispondere ai bisogni sia del singolo lavoratore che dei comuni medesimi, migliorando l’offerta dei servizi erogati alle rispettive comunità”. Quello di Santo Stefano di Rogliano risulta, al momento, tra i comuni che non hanno presentato manifestazione d’interesse per la stabilizzazione di personale Lsu. Da qui, probabilmente, l’iniziativa del dirigente e consigliere comunale della Democrazia Cristiana.

 

G.S.

 

 

Nella foto: Francesco Garofalo.

 

 

Fonte della Notizia

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com