S. Barbara: nota di Forza Italia, Udc, Alleanza Nazionale

Preoccupazione del centrodestra per il nosocomio

 

LE SEGRETERIE di Forza Italia, Udc e Alleanza Nazionale hanno diffuso un  documento relativo alla vicenda del presidio Santa Barbara, con il quale evidenziano una situazione di “completo stallo” quindi “preoccupazione” soprattutto dopo la riunione dello 7 agosto scorso alla quale, ricordiamo, hanno partecipato i consiglieri regionali Acri (Ds) e Guagliardi (Prc). “In quella sede – scrivono i dirigenti del centrodestra roglianese – sono venuti al pettine i nodi che paralizzano la vertenza Santa Barbara perché ognuno dei presenti ha potuto capire che in Regione esiste una spaccatura tra Rifondazione (oggettivamente contraria alla chiusura) e Ds (partito che sta dimostrando una palese doppiezza testimoniata anche durante e dopo la visita di Adamo a Rogliano)”. Addirittura, secondo i vertici cittadini di Forza Italia, Udc e Alleanza Nazionale, le parole di Acri “hanno lasciato molti dubbi circa l’esito finale della vertenza”. “Infatti – si legge nella nota a firma di Leonardo Citino, Romolo Geracitano e Giovanni Stumpo – Acri ha criticato, a nostro parere, solo le modalità di contrattazione seguite dalla Lo Moro (assessore regionale alla Sanità, nda) e non la sostanza del Piano Sanitario Regionale, in modo specifico in riferimento al Santa Barbara”. Nello stesso documento però i vertici dei tre partiti ribadiscono il proprio sostegno alle scelte fatte dall’Amministrazione comunale a difesa del nosocomio e chiedono al sindaco Giuseppe Gallo ed ai componenti della sua Giunta “una parola chiara in merito alle posizioni di Acri e del sindaco di Cosenza”. Ciò, in quanto, per Fi, Udc ed An è opportuno spostare la vertenza “in sede Azienda Ospedaliera di Cosenza senza ulteriori ambiguità”. “Diciamo questo – affermano gli interessati – perché preoccupa l’avallo dato dal ministro Turco al Piano Sanitario Regionale”. “La nostra posizione – concludono da Forza Italia, Udc e Alleanza Nazionale – è chiara e libera da dietrologie e ha come unico scopo la salvaguardia del plesso ospedaliero e la tutela di tutto il comprensorio del Savuto che, se questa vertenza dovesse avere esito negativo, verrebbe privato di un’altra importante struttura territoriale che indebolirebbe ulteriormente la valle del Savuto”.

 

G.S.

 

 

Nella foto: l’ospedale di Rogliano.

 

 

Fonte della Notizia

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com