Al via i festeggiamenti in onore della Madonna di Corazzo

Una ricorrenza molto sentita e carica di significato

 

INIZIATI da qualche giorno i festeggiamenti in onore della Madonna di Corazzo. Nutrito ed interessante il programma liturgico, proposto dal comitato festa ed approvato dalla Curia metropolita  di Catanzaro che avrà luogo tra la chiesa della frazione di Castagna e l’abbazia di Corazzo. Una ricorrenza molto sentita non solo dai fedeli del luogo, ma anche da quelli dei paesi limitrofi, Cicala, Panettieri, Bianchi, Colosimi. Soveria Mannelli, Decollatura, Serrastretta, San Pietro Apostolo e Tiriolo. Una ricorrenza che investe le comunità di due province, Cosenza e Catanzaro e precisamente  il Comprensorio del Reventino e del Savuto. I festeggiamenti in onore della madonna di Corazzo iniziati il 31 agosto per terminare solennemente il 9 settembre per i quali collabora da sempre oltre il Comune anche la Comunità Montana del Reventino. Nove “lunghi” giorni di intensa preghiera e tributo alla Madonna, dediti alla riflessione, digiuno, sacrificio e all’amore verso il prossimo. Questo è quanto chiede don Rosario ai fedeli, che in questi giorni raggiungeranno la frazione di Castagna per onorare la Madonna. L’orazione del Rosario e della santa Messa tutti i giorni dalle 17 alle 19 è occasione di confessione comunione.  La novena, iniziata con l’arrivo dei pellegrini di San Pietro Apostolo, accompagnati da don Pino Fazio, Rettore del Santuario diocesano di “Maria Santissima” di Dipodi  in  Lamezia Terme. La giornata del 1° settembre è stata dedicata ai “malati”. In questo giorno sono giunti a Corazzo i pellegrini  della parrocchia Cerrisi  di Decollatura, accompagnati da  don Pierino Fazio. Il 2 settembre è stata la giornata dei “ministranti, dei bambini e delle famiglie”; all’ore 11 si sono trovati presso l’ex abbazia per pregare in fraternità; Alle 18  benedizione delle famiglie. Il è stata la giornata “Eucaristica” con  raduno dei Cenacoli di preghiera “Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime” (Cenacoli molto cari a Natuzza Evolo, mistica di Paravati) partecipano le parrocchie di Colosimi, San Pietro Apostolo e Castagna, guidati da don Antonio Costantino, Rettore del Santuario  “Maria Santissima della Salvazione” in Iacurso, Catanzaro. Giorno 4 è la volta del pellegrinaggio dei fedeli della parrocchia Canadese di Decollatura, guidati da don Pasquale di Cello. Il 5 pellegrinaggio della parrocchia di San Bernardo di Decollatura, guidato da don Eogdan Fedorowicz. Giorno 6 la Santa Messa sarà celebrata da padre Benedetto Marani, della comunità dell’Esodo, nell’omelia  tratterà  “Il Rosario sintesi del Vangelo alla luce degli insegnamenti di Giovanni Paolo II”. Giorno 7 sarà presente Monsignor Antonio Ciliberti, Arcivescovo metropolita di Catanzaro e Squillace e nell’occasione  impartirà ad alcuni giovani il sacramento della cresima. L’8 è la giornata della “Natività della Beata Vergine Maria”, ore 18 Santa Messa celebrata da don Lino Tiriolo, Cancelliere arcivescovile; ore 21 presso l’abbazia con i giovani canto “Inno Akatistos alla Genitrice di Dio”. Giorno 9 ore 15,30 orazione del Santo Rosario, segue con partenza da Castagna la processione della venerata Statua della Madonna fino all’abbazia di Corazzo; ore 18,30 la Santa  Messa sarà celebrata dal novello sacerdote don Giuseppe Soluri. Durante il lungo tragitto della processione, circa 6 chilometri i fedeli innalzeranno orazioni e canti che insieme alle dolci note della banda musicale “Santa Maria  di Corazzo“ faranno breccia nel cuore della Madonna. Infine, i fuochi pirotecnici  suggellano i festeggiamenti in onore della Madonna di Corazzo.

 

                                                        Pasquale Taverna

 

 

Nella foto: l’antica Abbazia di Corazzo in questi giorni.

 

 

Fonte della Notizia

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com