Scigliano, promosso un dibattito su legalità  e sviluppo

“Serve nuova politica per il futuro della Calabria”

 

IN CALABRIA esiste un partito unico trasversale degli affari, che lega un ceto politico tra maggioranza e opposizione e che gestisce i destini di questa Calabria”. Forte ed incisiva, la dichiarazione  dell’onorevole Beniamino Donnici, intervenuto sabato scorso al dibattito sul tema “Legalità e sviluppo del territorio” tenutosi nella sala consiliare del Comune di Scigliano. Un argomento interessante e soprattutto attuale, che per la verità ci si attendeva una maggiore partecipazione e sensibilità della gente e delle forze politiche. Un elemento questo, che non è sfuggito all’onorevole Donnici, ed affermato “E’ grave, inaccettabile registrare l’assenza  dell’Amministrazione comunale ai lavori di questo dibattito”. A dare un concreto apporto al dibattito, sono giunti nel paese dell’alto Savuto, il senatore Salvatore Frasca; Marino Reda, Consigliere provinciale della Margherita e il magistrato, Giuseppe Greco. Dopo i saluti di Eugenio Canino, presidente del Circolo “F. Fortugno” della Margherita, promotore del dibattito, ha introdotto i lavori Marino Reda, che ha posto l’accento sulla gravità della criminalità organizzata, questione morale ed affrontato l’aspetto dei costi della politica. Carmine Ligotti, in rappresentanza della “Sinistra Democratica” si è soffermato sulla questione morale e sulla crisi della democrazia. Incisivo e  mirato l’intervento del senatore Frasca, che ha sottolineato la valenza del lavoro di certi magistrati (Facciola, De Magistris, Greco, eccetera) i quali vanno sostenuti e difesi e non orchestrare campagne denigratorie nei loro confronti”. Per quanto riguardo lo sviluppo, Frasca ha sottolineato, “il fallimento del turismo in Calabria, alimentato anche da una 488 i cui finanziamenti all’impresa non hanno prodotto le paventate opportunità di lavoro, bensì hanno alimentato la criminalità organizzata, mafia e ‘ndrangata”. Al senatore, inoltre non convince la decisone della Giunta regionale per la “Stazione unica appaltante” che sminuisce il ruolo degli amministratori. Un ragionamento, quello del senatore che non assolve questa politica, ma invita a prendere coscienza  per “una nuova classe dirigente, scelta dal cittadino e non dai partiti”. Mirato e capillare l’intervento del giudice Greco, che ritiene “l’Italia è il paese al mondo con più leggi. Ma, non vuol dire che esiste più efficienza e soluzione dei problemi. Tante leggi – ha proseguito Greco – è più facile aggirarle e più difficile applicarle”. Ritornando all’intervento conclusivo di Beniamino Donnici, a riguardo il lavoro e il mancato sviluppo della Regione, il deputato europeo, inviata a riflettere sulla storia dell’istituzione e agli insuccessi della politica calabrese. “Io che sono un politico atipico  di questa Regione, continua Donnici, avevo delle aspettative che sono andate in gran parte deluse. Vi giuro, prosegue,  che ci credevo, quel 60% dei voti avuto dal centrosinistra, dopo l’esperienza negativa, pensavo, che c’è la potessimo fare. Invece, dopo alcuni mesi, ho dovuto registrare che era stato un sogno”. Un’analisi onesta, lucida da uomo libero, quella dell’ex assessore, che ammette che la  disaffezione dell’opinione pubblica nei confronti della politica ed elle istituzioni è colpa della politica. Una classe dirigente afferma Donnici, che va avanti con “pressappochismo, superficialità e non si cura dei problemi. Guarda,  al modo in cui alimentare, fare affari, pilotare decisioni che possono essere funzionali a questo o a quel gruppo. Ma della Calabria non gliene frega un bel niente”. Alla luce di questi comportamenti, secondo Donnici, occorre un radicale cambiamento, il quale prevede “uno smottamento della politica e alcune situazioni anche giudiziarie verranno presto  a valutazione. E allora, conclude, ci sarà bisogno in questa Regione di un’altra classe dirigente. Pertanto è necessario che nel frattempo si lavorasse per raccogliere i cocci e costruire una nuova politica”.

 

Pasquale Taverna

 

 

Nella foto: Donnici, Canino e Greco.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com