Rogliano: pioggia blocca il concerto di Zona Briganti

Entusiasmo di 300 studenti per Eugenio Bennato

 

DOVEVA ESSERE un giorno speciale ma alla fine il successo è stato solo parziale a causa della pioggia che nella serata di martedì non ha consentito lo svolgimento della kermesse promossa in occasione della presentazione del nuovo cd di Zona Briganti, il gruppo musicale tenuto a battesimo da Eugenio Bennato. In mattinata il cantautore partenopeo aveva partecipato ad una conferenza-dibattito sul tema ‘Musica e Sud’ organizzata presso la sede dell’Istituto Unico d’Istruzione Superiore ‘A. Guarasci’ alla presenza di circa trecento studenti. Un contatto, quello con i giovani, che lo stesso Bennato ha definito “profondo” perché la musica popolare oltre ad essere proiettata verso il futuro appartiene ai giovani, che ascoltano e diventano “protagonisti in prima persona”. Allora quale migliore “luogo” per far conoscere Zona Briganti se non quello che vede impegnate le nuove generazioni: la scuola. Si, perché musica popolare significa patrimonio di conoscenze e recupero della memoria, non “per tornare indietro ma per proiettarsi verso il futuro” evitando di perdere la propria identità, continuando a godere delle proprie ricchezze, conservandole e facendole vivere. Suoni e cultura, dunque, come stimolo per superare i tanti problemi di una terra, la Calabria, della quale sentirsi “fieri ed orgogliosi”. Della musica popolare calabrese, Bennato ha sottolineato la capacità di diventare contemporanea, la sua energia artistica, il virtuosismo delle tecniche strumentali. Alla iniziativa ha partecipato il sindaco Giuseppe Gallo, per il quale “una intera generazione è cresciuta con le canzoni che si richiamano alla cultura calabrese e del meridione più in generale”. “Speriamo – ha affermato il primo cittadino – che da questo connubio possa nascere un progetto che è quello della ricerca e della scoperta delle tradizioni, che merita di essere sollecitato e sostenuto”. Alla conferenza sono stati presenti anche il preside della scuola, Giulio Guarascio,il vice presidente della Comunità Montana del Savuto, Antonio Basile, gli assessori comunali Mario Altomare e Fernando Sicilia, i componenti del gruppo e dell’associazione Zona Briganti, l’assessore provinciale Ferdinando Aiello. Quest’ultimo, dopo aver evidenziato le positività della Fondazione Euromediterraneo, ha annunciato la realizzazione di una ‘Casa della Musica’ accessibile a tutti “luogo di cultura – ha detto – per far conoscere la nostra terra”. Il concerto di Zona Briganti (ospite Eugenio Bennato) è stato rimandato di qualche giorno.

 

Gaspare Stumpo

 

 

Nelle foto: alcuni momenti della iniziativa.

 

 

Fonte della Notizia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Eugenio Bennato e Zona Briganti

 

 

 

 

 

Zona Briganti

 

 

 

 

 

***

 

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com