Per il Pdci “la situazione del Savuto è davvero difficile”

Chiesto un attento esame della situazione politica

 

I COMUNISTI Italiani ritengono imprescindibile un attento esame della situazione politica zonale, a partire dalla Comunità montana, rapportandola, possibilmente, al panorama regionale e nazionale. In buona sostanza, il Pdci chiede più partecipazione negli organismi istituzionali dove è presente, quindi più trasparenza negli atti amministrativi e istituzione di rapporti di etica e morale all’interno degli enti pubblici. In una conferenza stampa tenutasi nei giorni scorsi a Marzi, i vertici locali dei Comunisti Italiani hanno inteso chiarire la posizione del partito rispetto alla polemica con l’assessore della Comunità montana del Savuto, Antonio Rota (in passato iscritto al Pdci) e a quella sul costo di alcune pensiline commissionate dallo stesso Ente e poi collocate nei 17 comuni del comprensorio. Sempre per quanto concerne la Cms, il Pdci ha ribadito che attualmente “la Giunta è incompleta” e che “manca il presidente dell’Assemblea”. “La politica deve avere tempi certi – ha detto Franco Adamo”. “Ci auguriamo – ha aggiunto il dirigente regionale – che nella convocazione di martedì (oggi, nda) il presidente comunichi finalmente che la Giunta si presenta dimissionaria”. Ma i Comunisti Italiani hanno anche auspicato che l’eventuale rimpasto all’interno dell’Esecutivo “non finisca per essere un accentramento da parte del PD”. “Se vogliono darci dei segni di apertura e di volontà a confrontarsi – ha proseguito Adamo – noi siamo disponibili”. Già da alcuni mesi, ricordiamo, l’Amministrazione della Comunità montana è caratterizzata da una fase interlocutoria (seguita alle elezioni per il rinnovo di alcuni Consigli comunali) che dovrebbe concludersi con un riordino dell’Esecutivo, probabilmente in coincidenza con il varo del Partito Democratico. Il Pdci, ricordiamo, è parte integrante della maggioranza di centrosinistra, ma rivendica un ruolo attivo all’interno della Giunta, soprattutto dopo il passaggio di Antonio Rota nelle file di Rifondazione Comunista. Inoltre, il Pdci continua a chiedere un approfondimento della discussione sulle problematiche del territorio, sostenendo che è ora di “prendere coscienza che la situazione del Savuto è davvero difficile”. Al termine della conferenza stampa i Comunisti Italiani hanno comunicato che nel caso dovessero far parte del nuovo Esecutivo, l’assessore indicato dal partito è il consigliere Luigi Pascuzzo. Che i giovani Andrea Falbo e Perla Falvo sono stati nominati, rispettivamente, responsabile regionale Fgci Scuola e responsabile Fgci di Marzi. Oltre a Franco Adamo, alla iniziativa dei giorni scorsi promossa dal Pdci hanno partecipato pure Rodolfo Falbo, Luigi Pascuzzo e Donato Filice.

 

Gaspare Stumpo

 

 

Nella foto: Pascuzzo, Filice, Adamo e Falbo.

 

 

Fonte della Notizia

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com