‘Giovani Socialisti in Tour’ è approdato a Mangone

In giro sul territorio per confrontarsi e discutere

SONO studenti, liberi professionisti, genitori, i ragazzi che, raccogliendo l’invito del consigliere regionale Salvatore Magarò, hanno deciso di portare in giro per i centri della provincia cosentina la loro esperienza e la loro opinione. I “Giovani socialisti in tour” si sono ritrovati nei giorni scorsi a Mangone, presso la sala consiliare: ad ascoltarli e a confrontarsi con loro una platea composta solo per metà di giovani, e per l’altra metà da esponenti della vecchia guardia socialista. Il tour è, nelle intenzioni del promotore, uno strumento del nuovo modo di fare politica che si vuole promuovere: non solo facce nuove e fresche, ma soprattutto incontri dinamici, che iniziano con puntualità e che sono fatti di dialoghi e non di monologhi, di interventi brevi, cadenzati dallo defluire di una clessidra. Tutti insieme, dallo scorso venerdì e fino al 14 gennaio, i giovani socialisti raggiungeranno in pulmino altrettante località del cosentino per discutere dei temi più scottanti della società civile italiana: giustizia, lavoro, sanità, carovita, sfiducia nelle istituzioni. Dei trenta giovani partiti inizialmente erano presenti a Mangone circa la metà: tra loro il presidente del consiglio comunale di Mangone Lucia Galzarano, la prima a prendere la parola sul tema giustizia, il sindaco di Belsito Antonio Basile, consiglieri in carica ed ex amministratori, ma anche tanti neofiti, tra i quali un giovane di Castiglione Cosentino, ventun’anni e autore di un romanzo da poco dato alle stampe. Ad unire i loro discorsi trasversali, un concetto comune di fondo: progettare il futuro sulla scorta di quella che è la tradizione e il lascito della lunga storia socialista: riformismo, laicità, libertà, democrazia.

 

Assunta Cristello

 

 

Nella foto: un momento di ‘Giovani Socialisti in Tour’.

 

 

Fonte della Notizia

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com