La Presila Cosentina partecipa a “Kei Energy 2007”

Perri: "la Società è una risorsa per questa regione"

 

 

La “Presila Cosentina” – società mista che si occupa di servizi ambientali nel sottoambito Cosenza sud, parteciperà a “Key Energy 2007” (Rimini Fiera, 7 – 10 novembre 2007), evento fieristico leader a livello internazionale dedicato ad energia ed ambiente e, soprattutto, alle più significative innovazioni che il settore propone.

 

“Key Energy 2007” – più in particolare, porta alla ribalta le tematiche dell’energia e dell’ambiente attraverso una ricca esposizione di offerte e l’opportunità di una focalizzazione sulla normativa in materia, sugli incentivi e sull’educazione ambientale. L’occasione varrà, in sostanza, a fare il punto sulle strategie di mercato e sulla competitività, da un lato, e sulla qualità degli strumenti di intervento a disposizione per una cura ambientali che parta efficacemente dalle famiglie e dalle comunità per ripercuotersi virtuosamente sulla salute del pianeta.

 

E’ prevista, fra le altre, la partecipazione di delegazioni di buyer provenienti dal bacino del Mediterraneo promosse dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo industriale. Si tratta di soggetti attivi nei settori del trattamento dei rifiuti civili ed ospedalieri, dell’aria e delle acque, delle energie rinnovabili e del riciclaggio dei materiali con le aziende partner italiane. La società, la sola della provincia di Cosenza e una delle pochissime della regione, sarà presente alla rassegna con un proprio stand espositivo (stand numero 97 padiglione C3). Il suo obiettivo è quello di promuovere le proprie attività sui territori del sottoambito di propria competenza in una manifestazione di riconosciuta avanguardia e qualità a livello continentale.

 

Il presidente del cda, Luigi Michele Perri, dichiara: “la “Presila ha dato in questi anni ampie dimostrazioni su come le società miste possano essere una risorsa e non un problema per questa regione. E’ bastato puntare sull’efficienza e sull’efficacia, ossia sull’equilibrio dei costi e dei benefici, in un’ottica di politica aziendale scrupolosamente attenta alle spese e alle economie per affermare la validità di un progetto, senza cadere nel vortice dei deficit. Le amministrazioni, per oltre un triennio, sino allo scorso esercizio finanziario, hanno potuto mantenere inalterata la pressione fiscale legata alla Tarsu. Solo quest’anno sono state costrette, e non tutte, ad alcuni ritocchi in aumento per via degli aumenti dovuti al trasporto dei rifiuti a Crotone e all’avvio del “porta a porta”, servizio molto più costoso di quello tradizionale. La partecipazione ad una rassegna così qualificata ci consente di poter rappresentare degnamente la provincia di Cosenza e la Calabria per il suo sano versante produttivo”.

 

 

Nella foto: professionisti della Presila Cosentina.

 

Fonte della Notizia: Presila Cosentina.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com