Un convegno sulla legalità  a S. Stefano di Rogliano

Marino Reda: “non bisogna uccidere la speranza”

 

“LA MAFIA più pericolosa è quella con la penna”. E’ quanto ha denunciato Pippo Callipo nel corso del convegno ‘Politica e Legalità nello Stato di Diritto. La questione Calabria’ – organizzato a Santo Stefano di Rogliano dal giornale on line ‘ecodellavalle.it’. L’imprenditore del tonno, che ha detto di vivere “un periodo di grande sconforto, soprattutto dopo il trasferimento di mons. Bregantini” – ha parlato infatti di “altra mafia” – cioè di quella “che vuole tenere la Calabria nella illegalità, nella irregolarità e soprattutto nel bisogno”. Callipo, per il quale “l’opposizione in Calabria non esiste a nessun livello (opposizione politica e opposizione civile)” – si è soffermato anche sul mondo dei giovani, ribadendo la necessità di ottenere esempi e comportamenti positivi soprattutto da parte chi amministra. Alla iniziativa santostefanese hanno partecipato pure l’europarlamentare Beniamino Donnici, il magistrato Giuseppe Greco, il consigliere provinciale Marino Reda, l’ex sindaco Francesco Garofalo e la parlamentare Angela Napoli. Rispetto al problema della legalità in Calabria, quest’ultima si è detta “molto preoccupata perché – ha spiegato – non vedo né da parte del mondo politico, né da parte delle altre istituzioni, magistratura compresa, la volontà di trovare l’adeguata reazione”. “Non bisogna rassegnarsi perché – ha aggiunto la deputata di An – la rassegnazione significherebbe non amare la propria terra, significherebbe continuare ad aumentare la disillusione, la mancanza di fiducia da parte dei cittadini nei confronti delle istituzioni”. “Bisogna trovare la forza, il coraggio – ha concluso Angela Napoli – di reagire e riuscire a fare una rivoluzione culturale che coinvolga i cittadini”. Un messaggio importante, questo della componente della Commissione parlamentare d’inchiesta sul fenomeno della criminalità organizzata, che ha trovato tutti d’accordo. In particolare, per Marino Reda la presenza a queste manifestazioni di importanti personalità come Callipo, Napoli, Donnici e Greco, ci fanno capire che non bisogna uccidere la speranza”.

 

Gaspare Stumpo

 

 

Nelle foto: l’iniziativa di Santo Stefano di Rogliano.

 

 

 

Fonte della Notizia

 

 

 

Francesco Garofalo ed Angela Napoli

 

 

Marino Reda e Beniamino Donnici

 

 

Pippo Callipo e il magistrato Giuseppe Greco

 

 

 

Un aspetto della Sala

 

 

***

 

leggi pure:

 

http://www.savutoweb.it/portal/index.php?option=com_content&task=view&id=1288

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com