Nuovo ospedale di Cosenza: il Savuto si candida

Anna A. Colosimo: "si apra il confronto con il nostro territorio"

 

 

 

 

RIMANE sempre aperta, anzi, tende sempre di più ad allargarsi la discussione sui temi legati al futuro dell’Area urbana e sui progetti che dovranno portare, necessariamente, alla pianificazione del territorio ed alla modernizzazione delle infrastrutture. Con l’approvazione del Piano Sanitario e l’annuncio di un nuovo ospedale per la città capoluogo, il dibattito si è spostato sul tema del “come” e del “dove” realizzare l’infrastruttura, che è destinata a servire anche i comuni dell’hinterland cosentino. In questi giorni, le scelte del Governo regionale hanno portato molti amministratori locali ad auspicare una posizione baricentrica rispetto all’ubicazione del futuro nosocomio. E’ il caso del presidente della Comunità montana, Anna Aurora Colosimo, che a proposito del Savuto ha spiegato che tale area, soprattutto lungo l’asse autostradale “si presenta in una situazione estremamente favorevole per la localizzazione del nuovo nosocomio a livello di spazi disponibili e di collegamenti viari e, quindi, non può non essere presa in considerazione”. In una nota di ieri, il presidente ha legato il progetto del nuovo ospedale di Cosenza con la presenza, in zona, del presidio Santa Barbara “che il piano sanitario conferma come struttura facente parte integrante dell’azienda ospedaliera dell’Annunziata e che, anche il sindaco Perugini, in occasione di un recente Consiglio comunale di Rogliano, ha riconosciuto come appendice indispensabile dell’ospedale di Cosenza, sottolineando, tra l’altro, come la vicinanza dei territori faccia del Savuto un interlocutore naturale della città di Cosenza”. L’intervento di Anna Aurora Colosimo rientra a pieno titolo, dunque, nel dibattito che attiene all’Area urbana nel suo complesso e al processo di sviluppo ed integrazione fra territori a sud e a nord di Cosenza, che per lo stesso presidente della Cms “consentirebbe un’espansione dei servizi e delle attività in grado di dare respiro ad una Città che, obiettivamente – ha detto – oggi ci sembra troppo schiacciata su confini molto riduttivi e poco convenienti per la rivitalizzazione del centro urbano”. Anna Aurora Colosimo non ha mancato pertanto di ricordare le ragioni “geografiche, storiche, culturali, economiche e strutturali” che uniscono il Savuto con Cosenza ed ha aperto breve parentesi rivolgendosi al sindaco Perugini “di cui apprezziamo l’intelligenza politica” – affinché “apra il confronto con il nostro territorio sui tanti temi in campo inerenti l’area urbana, a partire – ha concluso – dalla localizzazione del nuovo ospedale, senza tralasciare i problemi della mobilità, dei trasporti, dell’area industriale ecc.”.

 

Gaspare Stumpo

 

 

Nella foto: Anna Aurora Colosimo.

 

Fonte della Notizia

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com