Provincia, VI^ Commissione: nuovo incontro sul TPL

Analizzati anche i disagi sugli spostamenti locali

 

 

LA SITUAZIONE del Trasporto Pubblico Locale (TPL, ndr) sempre all’attenzione massima della competente Sesta Commissione, ha trovato occasione di approfondimento ulteriore in una recente riunione, tenutasi nei giorni scorsi, presso la sede della Provincia, tra la Commissione Trasporti dell’Ente, presieduta dall’Avv. Marino Reda, e la Società Consortile Trasporti Regionali Calabresi, rappresentata dal Presidente Rag. Luigi Perrone assieme all’Avv. Attilio Santiago. La discussione si è incentrata preliminarmente sulle numerose problematiche relative al Trasporto Pubblico Locale mediante autobus, con particolare riferimento alla Legge Regionale n. 18/2006 che regolamenta i servizi in attesa del passaggio delle competenze dalla Regione Calabria alla Provincia. E’ stata analizzata dettagliatamente, quindi, la cosiddetta "razionalizzazione dei servizi" che, allo stato, comporta una mera riduzione degli stessi a discapito degli utenti che, pertanto, registrano una serie di disagi per quanto riguarda gli spostamenti locali. Si è evidenziato anche come nell’applicazione della citata Legge non sia stato tenuto in alcuna considerazione il "Piano Provinciale dei Trasporti" – che prevede un numero maggiore di servizi al fine di soddisfare le reali esigenze di mobilità del popoloso e articolato territorio cosentino. Un altro argomento affrontato, con evidente preoccupazione, riguarda la non avvenuta sottoscrizione dei contratti di servizio tra le Aziende di Trasporto e la Regione Calabria. Altro punto nodale la metodologia di pagamento alle Aziende stesse, che svantaggia palesemente quelle con una minore "produzione" di km. sulla rete extraurbana. Posto che, per il servizio unificato eseguito a partire dal primo gennaio 2007, uguale anche nei costi, le Aziende consorziate, nella distribuzione tariffaria, vengono retribuite con un corrispettivo differenziale, oggi incomprensibile, di euro 0,32 a km. sensibilmente inferiore rispetto alle Aziende con una produzione di km. maggiore. Si è posto l’accento, in ultima analisi, anche sul difficile compito che le Aziende hanno, per come impone la Leggere Regionale n. 18/2006, nel gestire il ridimensionamento dei servizi pur mantenendo i livelli occupazionali che, invece, potrebbero essere quantitativamente incrementati in conseguenza ai maggiori servizi richiesti e necessari all’utenza. Ciò produrrebbe il duplice effetto di un contestuale miglioramento delle condizioni generali di lavoro, sia in termini di piena utilizzazione lavorativa, sia del relativo appannaggio economico più gratificante per i dipendenti delle stesse Aziende. Unificare la tariffa chilometrica in maniera omogenea per dare pari opportunità e dignità alle società anche di dimensioni ridotte: è questa la proposta operativa emersa alla fine della riunione che verrà indicata come orientamento da considerare adeguatamente per meglio pianificare il sistema dei Trasporti regionali, in generale, e per la provincia di Cosenza in particolare. In occasione del proficuo e cordiale incontro, il Presidente della Commissione Avv. Marino Reda ha ritenuto di dover fare dono al Rag. Luigi Perrone di una targa della Provincia di Cosenza, come segno tangibile di una profonda stima professionale e per l’impegno profuso, nell’ambito della sua attività, nel difficile settore del Trasporto Pubblico Locale.

 

Nella foto: il presidente della VI^ Commissione, Marino Reda.

 

Fonte della Notizia: Provincia di Cosenza.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com