Presentato il Piano Comunale di Protezione Civile

S. Stefano di Rogliano: esercitazione e convegno

 

Cultura, organizzazione e interventi al centro di una manifestazione di Protezione Civile. In un’area territoriale fortemente sismica ed alla luce di leggi, programmi e strumenti in materia di calamità naturali, l’Amministrazione comunale di S. Stefano ha promosso una iniziativa nel corso della quale sono stati presentati la nuova sede Coc (Centro Operativo Comunale) e il contenuto del Piano Comunale di Protezione Civile. Il dibattito sullo strumento adottato dall’Amministrazione locale per prevenire o gestire situazioni di emergenza riguardo a tutela del territorio e salvaguardia della popolazione, è stato preceduto dalla simulazione di un intervento a cui hanno partecipato tecnici e volontari della Protezione Civile (tra questi il gruppo di Mendicino), Vigili del Fuoco. Presenti anche operatori della Croce Rossa Italiana – sezione di Rogliano e dell’A.v.v.s. (Associazione Volontari Valle del Savuto). Il Centro Operativo Comunale, il primo nella Valle del Savuto, ha compiti operativi e interagisce con il Centro Operativo Misto (Com) di Rogliano. Rientrano tra le sue funzioni, l’allontanamento della popolazione dalla zona colpita o a rischio, il soccorso sanitario e l’allestimento delle aree di prima accoglienza. In un estratto-brochure del Piano, mediante testi, mappe e foto di riferimento, sono state indicate infatti le zone di smistamento, i numeri di emergenza e le norme generali di comportamento in caso di calamità naturale. Per questo l’Amministrazione di S. Stefano di Rogliano ha ritenuto opportuno avviare un lavoro di informazione, a partire dal mondo della scuola, riguardo i contenuti del Piano ed i relativi aggiornamenti. “Queste cose – ha detto il sindaco Antonio Orrico – se non diventano patrimonio dei cittadini, è difficile che possono ritornare utili nel momento in cui dovessero disgraziatamente servire”. “Dobbiamo rispondere in maniera tangibile. Ecco perché – ha spiegato il vice sindaco Lucia Nicoletti – il Piano Comunale di Protezione Civile, assieme al Coc, diventa uno strumento utile, un passo in avanti per tutta la popolazione di S. Stefano”. Al convegno di ieri hanno partecipato l’ing. Francesco Altomare (responsabile del progetto di Protezione Civile), l’ing. Raffaele Niccoli (direttore settoriale Protezione Civile – Regione Calabria), l’ing. Massimo Caruso (comandante vicario dei Vigili del Fuoco di Cosenza) e l’assessore regionale Mario Pirillo. Un contributo importante è stato fornito pure dai giovani volontari del Servizio Civile ‘Pro Italia’.

 

Gaspare Stumpo

 

 

Nelle foto: il convegno di presentazione del Piano Comune di Protezione Civile.

 

 

Fonte della Notizia

 

 

 

***

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com