Comunità  montana del Savuto: Pdci chiede la verifica


I Comunisti Italiani insistono anche sulla questione Trasporti

I PROBLEMI (peraltro noti) che riguardano il rapporto fra i Comunisti Italiani ed il resto dei partiti de L’Unione, comprende anche la discussione sul sistema dei trasporti e della mobilità, una tematica “che sta coinvolgendo – scrivono dalla Federazione Provinciale del Pdci – aziende pubbliche e comuni ai massimi livelli istituzionali per l’importanza che riveste e per le prospettive che lascia intravedere rispetto allo sviluppo dell’intera area urbana a sud come a nord di Cosenza”. Alla Comunità montana del Savuto non è certo idilliaco, dunque, il confronto che interessa il Partito dei Comunisti Italiani e il resto della maggioranza di centrosinistra, con difficoltà che investono diversi aspetti del “solco programmatico stabilito”. “La presenza – si legge in una nota – di un nostro esponente alla guida dell’assessorato ai Trasporti (delega che in passato era appannaggio proprio del Pdci, nda) andava nella direzione di un’azione decisiva utile a dare la svolta ad un settore stagnante da decenni con una serie di idee e proposte adeguatamente supportate da quell’evento non a torto definito straordinario che è la costruenda metropolitana leggera”. Nel documento delle scorse ore la Federazione Provinciale dei Comunisti Italiani ripropone il tema della metropolitana leggera di superficie “opera che non può prescindere dal comprendere le comunità della pre Sila cosentina, quindi l’area del Savuto” e in essa la zona industriale di Piano Lago, con tutte le priorità che nel settore si impongono per lo sviluppo delle zone interne. “Ci attiveremo – affermano gli interessati – affinché queste aree tornino ad essere parte integrante del dibattito apertosi fra i comuni di Cosenza, Rende e le Ferrovie della Calabria per la realizzazione dell’opera sollecitando nel contempo una più fattiva presenza delle rappresentanze istituzionali di questi comprensori”. Sempre per quanto riguarda la Comunità montana roglianese, più nello specifico la verifica politica già da tempo prevista all’interno della maggioranza, partendo dall’opportunità di fornire risposte concrete e confortanti ai cittadini della vallata, i dirigenti del Pdci pongono l’accento, tra le altre cose, sulla necessità di non sottovalutare “l’esigenza di rappresentanza espressa da alcuni comuni nonché da alcuni partiti della coalizione”.

G.S.

 

Nella foto: il segretario del Pdci del Savuto, Rodolfo Falbo.

 

Fonte della Notizia

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com