“Å a tutti sono noti il bagaglio della Sua esperienza”

Cittadinanza Onoraria: alcuni passaggi dei discorsi istituzionali

 

NUMEROSI attestati di stima sono stati tributati a mons. Vincenzo FILICE in occasione del conferimento della Cittadinanza Onoraria da parte del Consiglio Comunale di Carpanzano. Vi presentiamo (sotto) alcuni passaggi relativi agli interventi istituzionali che si sono susseguiti:

 

 

 

– Giuseppe Vigliaturo (sindaco di Carpanzano):

 

“… a tutti sono noti il bagaglio della Sua esperienza, il percorso umano, religioso, culturale e sociale. Un operato che ha sempre posto come obiettivo principale il rispetto della dignità umana, l’attenzione verso le cause più profonde del disagio, del bisogno, nonché verso le fragilità proprie del complesso mondo giovanile. E se ciò Le è universalmente riconosciuto è perché Lei ha saputo coniugare la grandezza d’animo ad un concetto alto della capacità di aggregare e coniugare la politica con il sociale, la fede con le esigenze della società contemporanea. Il tutto nella continuità e collaborazione operosa e fraterna, intesa come momento educativo verso il recupero e l’inserimento sociale dei più sfortunati (…)”.

 

 

 

Lillo Sciarratta (assessore alla Cultura del comune di Carpanzano):

 

“… il dono più prezioso alla Calabria è la presenza di persone autentiche Come Voi che continuano a costruire e a dare il contributo originale che deriva dalla fede perché Dio è al centro della nostra esistenza per il quale la vita può tradursi in speranza di un mondo e di una realtà migliori (…)”.

 

 

 

– Giovanna Manfredi (vice sindaco di Carpanzano):

 

“… Il significato del Suo lavoro di studioso ci restituisce nella sua interezza il pastore, il docente, l’educatore, l’intellettuale impegnato che sollecitando il lettore a pensare, ad aprire la mente e il cuore, propone l’idea di un riscatto dell’uomo calabrese e meridionale in termini dell’operare e del crescere solidale (…)”.

 

 

 

– Giuseppe Gallo (sindaco di Rogliano):

 

“… don Vincenzo Filice si è fatto amare perché ha amato questa Comunità nella Sua attività pastorale. Don Vincenzo è un uomo di cultura, uno studioso, un intellettuale e la Sua capacità di legare il ministero sacerdotale allo studio e alla cultura lo ha portato ad assumere anche posizioni, che io non definisco critiche ma sicuramente diverse rispetto a certi canoni della Chiesa ma anche rispetto alla politica. Mi auguro che possa realizzarsi il progetto che don Vincenzo Filice sta cercando di portare avanti che è l’istituzione di una scuola di formazione politica nel Savuto, affinché le giovani generazioni possano educarsi soprattutto alla politica di qualità (…)”.

 

 

– Rodolfo Aiello (sindaco di Marzi):

 

“… don Vincenzo ha svolto un’opera innovativa e intelligente. Don Vincenzo Filice è una di quelle persone che ti danno il coraggio, continuamente, di spingerti in avanti e di riprendere la battaglia di rinnovamento di cui abbiamo bisogno (…)”.

 

 

 

– Franco Laratta (parlamentare):

 

“… mons. Filice è una personalità complessa, ricca, di grande spessore culturale ma anche di grande generosità umana e spirituale, al quale tutta la provincia di Cosenza e la Calabria deve grande riconoscimento”.

 

 

Nella prima foto: mons. Vincenzo Filice. Alla sua destra il deputato Franco Laratta.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com