Daniele Gabriele spiega perché un Psc e non un Psa

Prosegue il dibattito sullo Strumento Urbanistico

 

L’AMMINISTRAZIONE comunale “si è posta in una ottica di continuità” con le scelte in materia urbanistica avviate nella passata legislatura, decidendo di realizzare un Piano Strutturale Comunale (Psc) e non un Piano Strutturale Associato (Psc). “Quello che ho trovato del lavoro del precedente assessore (Leonardo Citino, nda) – ha detto Daniele Gabriele – ho recepito, ho portato avanti, ho inquadrato condividendone anche alcune cose”. Con le ultime dichiarazioni, l’attuale assessore all’Urbanistica ha inteso intervenire nel dibattito, anche accesso, seguito all’adozione in Consiglio del nuovo strumento di pianificazione territoriale, che sta vendendo la componente di opposizione (An, Forza Italia – Per Rogliano) su posizioni critiche rispetto alle scelte della maggioranza (L’Unione). Ipotizzando progetti ed interessi relativi alla realizzazione di una Area Urbana, ma anche ad un eventuale comune unico, il gruppo di centrodestra ha posto l’attenzione sulla necessità di un Piano Strutturale Associato, che in rapporto al Psc sarebbe stato più attinente ad un eventuale scenario di “conurbazione”. “Perché – ha affermato Gabriele – il consigliere Citino di Forza Italia (allora assessore) ha dato un incarico per Psc e dall’attuale maggioranza, dopo cinque anni, vuole fatto il Psa?”. L’assessore all’Urbanistica si è soffermato, quindi, sulle cosiddette “politiche intercomunali” – specificando che anche con l’adozione del Psc “ci sono possibilità” in questo senso. “Il Psc – ha spiegato infatti Gabriele – viene consegnato alla politica per essere attuato attraverso iniziative con i comuni”. Più in generale e sui contenuti del nuovo strumento urbanistico, l’assessore al ramo ha fatto capire che durante il lavoro di stesura è stata sposata la tesi “evitate le previsioni faraoniche, organizzatevi, fate le cose che siete in grado di fare, mantenete l’uso del territorio perché gli interventi devono essere sostenibili”. Un concetto che deriverebbe proprio dalle prescrizioni contenute nella legge regionale in materia. “Il Psc, zonizzante e previsionante sul territorio, va in direzione del comune unico”. “Un Psc – ha concluso Gabriele – che non è intercomunale perché non è un Psa, che ha solamente operato delle previsioni sul territorio di Rogliano ma che si proietta verso i comuni vicini”.

 

G. St.

 

 

 

Nella foto: una Tavola del nuovo Psc di Rogliano.

 

 

 

Fonte della Notizia

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com