Stadio: l’opposizione fa conoscere la sua posizione

Minoranza chiede l’individuazione di un sito diverso

 

NUOVO STADIO, la minoranza chiede l’individuazione di un luogo diverso per la costruzione dell’opera. Secondo quattro consiglieri che fanno riferimento ai gruppi consiliari  ‘Per Rogliano’ e ‘An-Forza Italia’ – “la decisione dell’Amministrazione attuale di realizzare il nuovo campo sportivo nei pressi del palazzetto dello sport, se da un lato rappresenta una scelta comprensibile in quanto funzionale all’individuazione di un’area specifica del territorio comunale destinata ad ospitare le strutture sportive, dall’altro, per tutta una serie di motivi, risulta finanziariamente insostenibile e di dubbia fattibilità vista le particolari caratteristiche morfologiche del sito prescelto”. In una nota di ieri, Natale Mancuso, Leonardo Citino, Mario Canino e Ferdinando Falbo, hanno sostenuto infatti che potrebbe esserci il rischio che “i 2 milioni e 200 mila euro stanziati dalla Provincia non bastino a coprire per intero i costi dell’opera, rendendo necessario eventualmente reperire nuovi finanziamenti o contrarre nuovi mutui” e “che, nella peggiore delle ipotesi, una volta avviati i lavori, la costruzione del campo si riveli irrealizzabile, tramutandosi nell’ennesima opera incompiuta”. Per cui “la cosa più logica da fare – hanno spiegato gli interessati – sarebbe quella di individuare un sito diverso, magari di proprietà del Comune, in cui la realizzazione del campo fosse davvero sostenibile sia da un punto di vista tecnico che finanziario”. In ogni caso, i quattro consiglieri di opposizione hanno espresso “soddisfazione” per la stipula del protocollo d’intesa fra il Comune di Rogliano e l’Ente Provincia per la costruzione del nuovo stadio avvenuta nei giorni scorsi, ricordiamo, durante un Consiglio comunale alla presenza del presidente Mario Oliverio. “L’opera – hanno sottolineato dal centrodestra – programmata già dalla precedente Amministrazione comunale, è considerata di vitale importanza per una città che vanta una gloriosa tradizione calcistica ultracinquantennale e che da quasi dieci anni, ormai, è priva di uno stadio”.

 

Gaspare Stumpo

 

 

Nella foto: Mancuso, Falbo, Citino e Canino.

 

 

Fonte della Notizia

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com