Galleria: autentico gioiello di ingegneria ferroviaria

Breve storia del tunnel e immagini dell’intervento

 

L’ormai ‘Galleria della Memoria’ – un tempo ‘Galleria di Pietrafitta’ – rappresenta un autentico gioiello di ingegneria ferroviaria realizzato sulla tratta Cosenza-Pietrafitta realizzata a scartamento ordinario, trasformata a scartamento ridotto e aperta all’esercizio il 9 ottobre 1916. Il tunnel, che è lungo 1611,81 metri e si presenta a ‘sagoma tipo FS’ con struttura in pietrame e mattoni, contiene al suo interno un vecchio dispositivo di aerazione e raccolta acque d’infiltrazione. Un sistema di condotte ha permesso, fino a qualche tempo fa, la captazione di una sorgente d’acqua e il relativo utilizzo presso il Deposito ferroviario di via Popilia (Cosenza) per rifornimento mezzi e lavaggio. Dopo decenni, gli interventi di ammodernamento radicale hanno permesso la ‘scudatura’ – l’impermeabilizzazione e l’incanalamento delle acque all’interno del tunnel. In particolare, i lavori di questi mesi hanno portato alla bonifica della piattaforma e alla ricostruzione della sede ferroviaria anche mediante la collocazione di materiale e traverse di nuova generazione, la pulizia ed il restauro del cunicolo centrale per la raccolta delle acque, la realizzazione di un ulteriore sistema drenante, la eliminazione di altre criticità strutturali. Un lavoro importante che permetterà il passaggio del treno senza gli inconvenienti del passato (causa di rallentamenti), quindi un miglioramento sostanziale del servizio.

 

G. St.

 

 

Nelle foto, sopra: la Galleria vista dalla cabina di comando del treno. Sotto: i lavori all’interno della galleria (le immagini sono tratte dalla brochure relativa al Nuovo Orario Ferroviario – distribuita da Ferrovie della Calabria.

 

 

Fonte della Notizia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

www.ferroviedellacalabria.com

 

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com