S. Stefano: maggioranza e opposizione ai ferri corti

Il gruppo di minoranza lancia nuove critiche all’Amministrazione

 

Salvatore Consolo, Francesco e Giovanni Garofalo, durante l’ultimo Consiglio hanno abbandonato l’Assemblea in segno di protesta nei confronti dell’Amministrazione comunale. Solo l’ex sindaco Francesco Garofalo è rimasto in aula per ascoltare le interrogazioni sulla rimozione di alcune piante nel centro storico. Risposte che alla fine, da quanto si evince in una nota delle scorse ore, non hanno convinto la minoranza. “Sono  assurde –  ha scritto infatti il capogruppo Garofalo – le giustificazioni fornite dal primo cittadino, Antonio Orrico. E’ inverosimile quello che si sta verificando sul territorio, bistrattato a causa del mancato rispetto delle piante ornamentali. L’Amministrazione comunale deve dotarsi con urgenza di un regolamento che detti precise norme per il taglio degli alberi, cui deve attenersi scrupolosamente soprattutto il Comune”. Nel documento di ieri l’opposizione consiliare ha parlato quindi di “vera e propria ‘aberrazione’  ambientale” – stigmatizzano “il processo di cementificazione  a danno del  verde urbano”. “I progetti – hanno concluso i consiglieri di Insieme per Santo Stefano – hanno un significato culturale se  si pongono in armonia con l’ambiente circostante, se rispettano il verde nelle sue diverse manifestazioni naturali”.

 

Gaspare Stumpo

 

 

Nella foto: Francesco Garofalo.

 

 

Fonte della Notizia

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com