Coldiretti elegge il presidente. E’ Salvatore Mancuso

Bianchi: incontro organizzativo e programmatico

 

INTERESSANTE e proficua l’assemblea sezionale della Coldiretti di Bianchi. Alla presenza del direttore provinciale, Salvatore Loffreda, Antonio e Sergio Pascuzzo, Pietro Bozzo, Ugo Bianco e di una folta platea, Salvatore Mancuso, imprenditore agricolo è stato eletto per acclamazione presidente della locale struttura. Nel suo nuovo incarico Mancuso è supportato da: Rosetta Leo, Serafino Mancuso, Cincia Perri, Francesco Pettinato, Umberto Rocca e Salvatore Talarico, membri del direttivo. Nell’incontro, preceduto da quelli tenuti a Rogliano e Pedivigliano, oltre al rinnovo delle cariche elettive, si è parlato della seria opportunità di lavoro offerte dal PSR calabrese (Piano di Sviluppo Rurale) 2007/13. “Il futuro del settore agricolo – ha detto Loffreda – è strettamente connesso allo sviluppo equilibrato del territorio montano, il quale in Calabria rappresenta oltre il 70% del territorio”. Il Psr, ha tra l’altro sostenuto il direttore, è un’ottima opportunità di lavoro per i giovani che vogliono operare nel settore dell’agricoltura. Loffreda, si è soffermato soprattutto sul ruolo della Coldiretti, quale supporto indispensabile per gli operatori agricoli attraverso forme di consulenza, supporto e anche di progettazione. Il Programma, sostiene il direttore, è improntato al cambiamento, ad un nuovo e positivo rapporto fra produttori, distribuzione e consumatori, con l’ambizioso obiettivo di spostare l’agricoltura dal ruolo residuale tradizionale, verso una posizione di primo piano, dove gli strumenti pubblici non siano semplicemente erogatori di provvidenze, bensì promotori di politiche e strategie. “Ripartire dall’economia locale – ha concluso – per raggiungere uno sviluppo territoriale sostenibile, innovando e puntando sulle politiche di sostengo all’azienda. La relazione di Pietro Bozzo, è stata incentrata per evidenziare agli intervenuti la strutturazione del Prs, articolato in “Misure e sottomisure” alle quali corrispondono azioni specifiche di interventi (Forestazione, agricoltura, trasformazioni alimentari, ambiente e sviluppo rurale) da attuare sul territorio dai diversi soggetti. Bozzo, oltre ad entrare nel merito delle specifiche iniziative da finanziare, nella sua articolata relazione ha sottolineato i consistenti aiuti economici disponibili a favore dei giovani.

 

Pasquale Taverna

 

 

Nella foto: un momento della iniziativa di Coldiretti.

 

 

Fonte della Notizia

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com