Cellara dice addio a Marco Reitano. E’ stato sindaco

Medico dell’As, è stato consigliere anche alla CMS

 

CELLARA dice addio ad uno dei suoi uomini più rappresentativi, il dottor Marco Reitano, scomparso ieri, all’età di 79 anni, dopo mesi di malattia. La comunità di Cellara lo ricorda come il “medico” per eccellenza, avendo Reitano svolto la professione a Cellara per oltre quarant’anni, dagli anni sessanta all’alba del terzo millennio. Medico di famiglia, dunque, stimato e apprezzato non soltanto dai suoi compaesani, ma anche dai numerosi assistiti dei paesi vicini: Figline Vegliaturo, Mangone, Piane Crati, Paterno Calabro. Era andato in pensione da pochi anni, dopo aver concluso la sua carriera a Rogliano, dove per due anni aveva ricoperto la carica di dirigente presso la locale asl. Al pari, se non di più, della sua professione, Reitano amava Cellara, considerata sua patria elettiva, nonostante avesse avuto i suoi natali a Messina. A Cellara e per Cellara, Reitano ha speso la sua vita, rivestendo anche la carica di primo cittadino nel 2001, in occasione di una legislatura-lampo naufragata dopo pochi mesi. Alla fine dello scorso anno, Reitano aveva scoperto di avere un cancro e acconsentito a trasferirsi a Pisa, dove risiedono le sue figlie, per curarsi. A Cellara era tornato da appena due giorni, perché il suo desiderio era appunto quello di finire i suoi giorni ed essere tumulato nel piccolo borgo del Savuto. «Con il dottor Reitano se ne va un pezzo del paese» è il commento di Paolo Fera, sindaco di Cellara, il quale lo ricorda come un professionista sempre disponibile, a qualunque ora, a rispondere alle emergenze. Le esequie si sono svolte (18.04.2008) nel Santuario di S. Sebastiano, alle ore 17.

 

Assunta Cristello

 

 

Nella foto: il dottor Reitano mentre presiede, da consigliere anziano, un’Assemblea della Comunità montana del Savuto.

 

 

Fonte della Notizia

 

 

 

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com