Colosimi: la comunità  aiuta i bimbi disabili del Kenia

I fondi per un progetto nella Diocesi di Machakos

 

LA COMUNITA’ dell’alto Savuto, sempre più solidale verso il continente africano. Continua l’opera di solidarietà del laboratorio missionario “Stella Cometa” di Colosimi, che in collaborazione con don Antonio Abruzzini del Centro Missionario Diocesano di Cosenza ha sostenuto una colletta di beneficenza per la realizzazione di un progetto in favore dei bambini disabili in Kenya, diocesi di Machakos, nella quale presta la sua opera missionaria don Battista Cimino. Con lo slogan “Chi non vive per servire non serve per vivere” Maria Gabriella Gallo (Colosimi) Pierino Marasco, (Bianchi) e Giuliana Talarico (Panettieri),  in questi giorni attraverso un’attiva sensibilizzazione delle coscienze, hanno raccolto circa 500 euro che saranno devolute alla causa sposata dal missionario sangiovannese. Una nobile iniziativa quella partita da Colosimi, per concretizzarsi in terre lontane, che aggiunta alle altre, possono dare una speranza ai giovani disabili della diocesi di Machakos. Nel ringraziare quanti si sono resi disponibili per questa prima raccolta di fondi, i promotori, ricordano, che l’iniziativa di don Battista mira all’ambizioso progetto di costruire una struttura di accoglienza per adolescenti disabili "le cui condizioni di vita – sottolineano – sono disperate e pertanto c’è bisogno dell’aiuto di tutti".

 

Pasquale Taverna

 

 

Nella foto: il missionario calabrese don Battista Cimino con i bambini del Kenia.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com