Partito Democratico: Nello Perri scrive lettera aperta

L’esponente roglianese si rivolge a Marco Minniti

 

CON UNA lettera aperta, il dirigente della sezione roglianese del Partito Democratico, Nello Perri, si è rivolto al segretario regionale del partito Marco Minniti, per marcare il bisogno di Rogliano e di tutta la valle del Savuto di avere una organizzazione territoriale del PD. «L’ottimo risultato elettorale avuto nel Savuto e a Rogliano deve spingere verso la costituzione dei circoli, per dare voce ai tanti che chiedono di discutere dall’interno le problematiche del comprensorio e del suo futuro» esordisce Perri nella sua missiva. Proprio la mancanza di una organizzazione territoriale di base ha probabilmente limitato, secondo il dirigente zonale, «l’azione dei militanti, che con spirito di sacrificio ed iniziativa personale hanno fatto del loro meglio per far conoscere il programma ed il significato rivoluzionario del PD». «La voglia è tanta ora di portare avanti in consessi democratici e riconosciuti la propria “coscienza” di Sinistra unita alla migliore tradizione del centro democratico di Governo – continua Perri – affrontando anche quelle storture indecifrabili che in questi giorni ripropongono la nostra comunità al centro di una lotta economica che vorrebbe vedere sacrificato l’ospedale S.Barbara, chissà per quali fini ed equilibri o forse, più semplicemente, per piccoli interessi di lobbies professionali. Un ospedale, di certo unico in Calabria e forse in Italia, ad avere ottemperato totalmente a quanto di più sofisticato e pignolo hanno richiesto le ispezioni; ad avere il pieno con continuità sia nel reparto di chirurgia che in quello di medicina, assolvendo, quindi, totalmente al compito assegnato all’interno dell’azienda ospedaliera di Cosenza». Non solo la vertenza sul nosocomio, al centro delle preoccupazioni del PD roglianese, ma anche la questione dell’area urbana:«Si tenta di costruire un’area urbana che non risponde ai canoni di riformismo democratico e lungimirante che il PD ha posto alla base della propria costituzione. C’è nei fatti un’area metropolitana economica e sociale che non si può disconoscere per meri interessi politici ed economici o per miopie di aziende della mobilità che inseguono piccole politiche e interessi». «Fatti importanti – conclude Perri – che rappresentano solo alcuni dei tanti temi che vogliamo affrontare e discutere con te, qualora tu ritenga che il Savuto debba poter partire dallo stesso punto di altri e rappresentare tutte le proprie potenzialità e prerogative competitive, contrastando una politica parolaia e mai propositiva, che mai ha dato a Rogliano ed al Savuto una vera opportunità e prospettiva».

 

Assunta Cristello

 

 

Nella foto: Marco Minniti assieme a Tonino Bocchinfuso, quest’ultimo esponente storico della sinistra roglianese.

 

 

Fonte della notizia

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com