La sicurezza al centro di un incontro di Cgil, Cisl, Uil

Alla CMS l’iniziativa del Primo Maggio nel Savuto

 

PIU’ DIRITTI, ma soprattutto più tutele sul lavoro, è stato lo slogan del primo maggio anche nel Savuto. Che significa più occupazione, meno precariato, maggiore attenzione per i lavoratori e per le condizioni di sicurezza sul lavoro. Di questo hanno parlato i rappresentanti delle segreterie provinciali di Cgil, Cisl e Uil, nel corso di un incontro che si è tenuto presso la sede della Comunità montana di Piano Lago. Alla iniziativa hanno partecipato dirigenti sindacali, sindaci, amministratori locali e cittadini. Al vaglio dell’assemblea le leggi in materia di sicurezza, applicazione e prevenzione, miglioramento del quadro normativo. Scontato, nella circostanza, il riferimento agli ultimi, gravi, incidenti avvenuti in Italia, rispetto ai quali, ricordiamo, alta ed autorevole si è levata l’esortazione del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano all’impegno di tutti per arginare il triste fenomeno delle morti sul lavoro. Una responsabilità che compete anche al ruolo sindacato. Un primo maggio, dunque, non fine a se stesso, ma come inizio di un cammino teso “al rafforzamento – ha detto il presidente della Cms, Anna Aurora Colosimo – delle conquiste ottenute negli anni grazie all’azione del sindacato" – con lo sguardo rivolto a possibili nuovi traguardi “in una terra come la Calabria dove il lavoro rimane un problema irrisolto".

 

R.S.

 

Nella foto: l’iniziativa sindacale del primo maggio nel Savuto

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com