Franco Morelli: ‘chiudere il Santa Barbara è una follia’

Il consigliere regionale: "attiviamo i tempi del buon senso"

 

“SUL SANTA Barbara bisogna attivare i tempi del buon senso”. E’ quanto ha dichiarato il consigliere regionale Franco Morelli, in visita, nelle scorse ore, al presidio ospedaliero cittadino. Morelli ha incontrato i componenti del Coordinamento lavoratori dell’ospedale e una delegazione di esponenti di Udc e Alleanza Nazionale. Sul Santa Barbara, il componente della 3^ Commissione (che tornerà a riunirsi domani) ha ribadito l’importanza di “mantenere e salvaguardare l’esistente” – razionalizzando, qualificando, migliorando i costi e ottimizzando i servizi. Morelli ha parlato di struttura “utile alla sanità territoriale e provinciale”. “Un ospedale – gli ha fatto eco l’ex primario Franco Funari – che in oltre trent’anni di attività ha dato prova di una discreta sanità”. L’esponente del Pdl, che ha vistato il nosocomio nell’ambito di una iniziativa informale “lontana dalle consultazioni elettorali, quindi scevra da strumentalizzazioni politiche” – ha ricordato l’interrogazione presentata nel dicembre 2007 al presidente della Giunta regionale, Agazio Loiero. Un atto con cui lo stesso Morelli ha chiesto la rivisitazione del Piano Sanitario Regionale, prevedendo la permanenza del presidio ospedaliero locale all’interno dell’Ao di Cosenza, il mantenimento del pronto soccorso e del day surgery aziendale. Una interrogazione elaborata e presentata dall’interessato come consigliere regionale, ma soprattutto come cittadino-utente. Morelli, che si è detto “preparato” sull’argomento Santa Barbara, ha evidenziato l’importanza in funzione del vicino tratto della Salerno-Reggio Calabria di un nosocomio la cui presenza sul territorio avrebbe inciso anche sulla curva di mortalità dovuta agli incidenti autostradali. Al consigliere regionale è stato esposto il contenuto della proposta tecnica che sarà presentata a corredo dell’emendamento al nuovo Psr. Per l’ospedale di Rogliano verrà chiesto, oltre alla permanenza nell’Azienda ospedaliera, l’attivazione di una seconda branca chirurgica (si parla di chirurgia articolare) e la collocazione del day surgery aziendale. Per la struttura sanitaria del Savuto, le indicazioni del gruppo di lavoro (che renderebbero operativo il cosiddetto Atto Aziendale) prevedono i reparti di medicina e chirurgia generale, di chirurgia articolare, di dialisi, day surgery e relativi servizi. Franco Morelli, che ha auspicato “massima convergenza” sull’emendamento, ha affermato che “chiudere Rogliano è una follia” e che si farà portavoce, attraverso un parlamentare del suo schieramento, di chiedere al prefetto Achille Serra (oggi senatore del Pd) di visitare personalmente il presidio Santa Barbara.

 

Gaspare Stumpo

 

 

 

Nella foto: Franco Morelli durante la visita al Santa Barbara mentre parla con Mariano Angelitti.

 

 

 

Fonte della Notizia

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com