Franco Morelli: nuove interrogazioni sul S. Barbara

Chiesto rilancio dell’ospedale nel nuovo Piano Sanitario

 

IL CONSIGLIERE regionale del Pdl, Franco Morelli, ha presentato due interrogazioni urgenti a risposta scritta al presidente della Giunta regionale della Calabria, Agazio Loiero. L’iniziativa del componente la 3^ commissione Sanità, segue di qualche giorno la visita presso il nosocomio cittadino e l’incontro con il Coordinamento lavoratori del Santa Barbara e alcuni dirigenti politici di Alleanza Nazionale e Udc. In merito alla struttura sanitaria del Savuto, Morelli ha dichiarato, ricordiamo, la propria disponibilità ad impegnarsi per favorire la permanenza del presidio all’interno dell’Azienda ospedaliera di Cosenza, salvaguardando l’esistente con un programma di razionalizzazione e riqualificazione dei servizi. L’esponente del Pdl ha presentato una prima interrogazione avente ad oggetto “tutela dignità operatori, ospiti del presidio Santa Barbara di Rogliano. Salvaguardia e difesa dell’immagine della città di Rogliano e dell’intero comprensorio del Savuto” – in relazione al rapporto stilato dalla Commissione per l’emergenza Sanità in Calabria ed alla luce di una indagine Eurispes sul presidio ospedaliero roglianese. La seconda interrogazione a risposta scritta inoltrata da Franco Morelli ha riguardato, invece, l’organizzazione stessa del nosocomio. Quella presente contenuta nell’Atto Aziendale dell’Ao di Cosenza (del quale fa parte in Santa Barbara) e quella prevista nel nuovo Psr. Il consigliere regionale ha chiesto ad Agazio Loiero “quali sono le motivazioni in base alle quali l’Atto Aziendale non è stato adottato” e se lo stesso presidente della Giunta regionale “ritiene opportuno, dal momento che il Piano Sanitario è ancora in fieri, studiare e valutare l’eventualità di riconsiderare la struttura nelle sue originali funzioni di specialità, rilanciandone l’operatività nell’ambito dell’Azienda ospedaliera di Cosenza come elemento portante della produzione di servizi, quali ospedalieri di II° e III° livello e quindi potenziarne la relativa riqualificazione”. I tentativi di salvare l’ospedale sono tutti in atto. Ora spetterà alla classe dirigente prendere le giuste decisioni.

 

G. St.

 

 

Nella foto: la Tac multislise del Santa Barbara di Rogliano.

 

 

Fonte della Notizia

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com