Un convegno su Società  civile e cultura della legalità 

Rogliano: personaggi importanti all’evento Unpli

 

LEGALITA’ come dovere, legalità come diritto. E’ stata una giornata particolarmente intesa, quella vissuta a Rogliano in occasione del convegno promosso dall’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia (Unpli) su ‘Società civile e cultura della legalià’. Un evento che si tiene annualmente nella città del Savuto per merito di Pino Ceresia e del suo staff (Unpli/Pro loco), che ha già visto la presenza di numerose personalità del mondo delle istituzioni, della politica e della cultura. La manifestazione si era aperta in mattinata con l’incontro del giornalista Michele Cucuzza con docenti e alunni dell’Istituto Unico d’Istruzione Superiore ‘A. Guarasci’. Un momento straordinario per partecipazione e capacità di confronto sui temi della legalità, sfociato in una lunga e brillante discussione tra il conduttore televisivo e gli studenti. Una serie di elementi (storia, esperienze, attese) che hanno contraddistinto gli interventi di Cucuzza e degli stessi allievi del ‘Guarasci’. L’avvenimento è proseguito (nel tardo pomeriggio) con le relazioni del senatore Tonino Gentile e del sostituto procuratore generale presso la Corte di Cassazione, Luigi Riello. “Mi fa piacere che tanti illustri ospiti sono arrivati in Calabria per parlare di legalità – ha detto il parlamentare. Soprattutto perché questa regione ha bisogno di sostegno, di aiuto e della presenza forte dello Stato per uscire dall’isolamento. La mafia si combatte con delle istituzioni forti ed in Calabria c’è bisogno di più Stato, ma anche di più legalità e più occupazione”. “Credo che il problema della legalità  – ha spiegato, invece Riello, sia un problema che oggi viene avvertito in maniera ancora più profonda dopo l’omicidio Fortugno, che ha segnato una sfida alle istituzioni prima assolutamente non pensabile per la Calabria. La complessità del fenomeno dev’essere vista con grande concretezza sul piano sociale, senza trascurare gli aspetti della repressione e dell’effettività della pena, che sono stati molto trascurati negli ultimi anni”. L’iniziativa di ieri è stata introdotta dal sindaco Giuseppe Gallo, che ha parlato di “giornata importante” e coordinata dallo stesso Cocuzza che, a proposito degli ospiti giunti a Rogliano, ha parlato di “esempio per come dev’essere condotta la battaglia per la legalità”. Il convegno su ‘Società civile e cultura della legalità’ – al quale hanno partecipato importati esponenti delle istituzioni (tra questi il questore di Cosenza Guido Marino, il comandante provinciale della Guardia di Fiananza Maurizio Massarini e il rappresentante della Fondazione Paolo di Tarso, Fabio Gallo) si è concluso con la consegna di riconoscimenti a Piero Angeloni (già capo della Squadra Mobile di Palermo), Cono Incognito (già capo della Sezione Catturandi della Squadra Mobile di Palermo), Rosario Crocetta (sindaco di Gela) e Renzo Caponetti (presidente dell’Associazione Antiracket di Gela). L’evento Unpli ha ricevuto l’alto patrocinio del Presidente della Repubblica, dei presidenti dei due rami del Parlamento, del presidente del Consiglio dei Ministri, della Regione Calabria e della Provincia di Cosenza.

 

Gaspare Stumpo

 

 

Nella foto: l’iniziativa di ieri. Al tavolo dei relatori: Fabio Gallo, Tonino Gentile, Michele Cucuzza, Luigi Riello e Giuseppe Gallo.

 

 

Fonte della notizia

 

 

 

 

 

 

 

^^^^^^

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com