‘Occorre studio valido sul progetto di metropolitana’

a cura del gruppo dirigente PD *

 

LA CENTRALITA’ del trasporto pubblico locale è richiamata in quasi tutti i modelli economici di sviluppo, modelli ovviamente bipartisan che individuano la mobilità alternativa al mezzo  privato, quale elemento essenziale di crescita endogena ed esogena delle comunità. L’impostazione generale dei trasporti pubblici locali, peraltro obbligatoria per legge, non può che essere improntata alla realizzazione di un servizio pubblico organizzato secondo uno schema a rete moderno, che realizzi interconnessione fra i vari vettori e parcheggi di interscambio con l’auto privata, sistemi a pettine sui collettori principali, quest’ultimi con capacità di portata e di velocità elevata.

 

In tale ambito si colloca un opportuno ragionamento sul tracciato ferroviario Cosenza- Catanzaro, un tracciato da inizio secolo probabilmente da rivedere, così come hanno evidenziato recenti ed importanti studi, con modifiche che renderebbero, in specialmodo il tratto Rogliano-Quattromiglia un vera metropolitana di superficie veloce e concorrenziale anche all’auto privata, con una spesa, tutto sommato residuale se facciamo riferimento alle cifre che si sentono in giro sulla nuova metrò.  Un tratto già costruito quindi che ai limiti a sud est della città di Cosenza potrebbe far viaggiare il cittadino del centro città e diretto all’UNICAL in soli 10 minuti, quello del Savuto in 25 minuti, e poi la presila, la dorsale tirrenica e quella ionica in tempi definibili ragionevoli e competitivi. Una metrò che potrebbe essere funzionale finanche all’idea di nuovo ospedale pensato nei territori a sud della città, che è scaturita tra i banchi del Consiglio Comunale del capoluogo e da tutti recepita come la più grande proposta degli ultimi anni. Se questi sono i fatti, cosi come noi li abbiamo evidenziati il PD di Rogliano non può che chiedere a gran voce che si faccia uno studio valido in tale direzione, prendendo spunto magari, dall’idea di progetto che a suo tempo il territorio del Savuto ha presentato alle varie istanze provinciali, quali la Giunta e la Commissione Trasporti, partendo da quello che abbiamo. Sappiamo infatti che già esiste una ferrovia a scartamento ridotto, capace cioè di snodarsi in territori collinari e di montagna con velocità, gestita dalle F.d.C., che collega il capoluogo di regione con Cosenza passando per buona parte dei territori della provincia di Cosenza e di Catanzaro, interagendo, come infrastrutture ma non nella stesura degli orari, con le FS, in tre punti nodali di grande importanza: Cosenza V.L.(alto tirreno, alto ionio, resto d’Italia), Catanzaro Sala (Lamezia Terme), Catanzaro Lido( basso ionio, reggino).

 

La discussione odierna sulla metrò nell’area metropolitana di Cosenza riteniamo possa essere finalmente feconda se, come abbiamo letto in questi giorni, il tavolo di discussione si apre ad un confronto di merito politico ed indubbiamente economico, che ci riporti ad avere una visione lungimirante ed improntata alla creazione di un trasporto efficiente ed efficace al servizio di tutta la nostra Regione e non solo. Il problema deve essere allora: quale vettore ha capacità di fungere da collettore? quale vettore può, per versatilità e capillarità, essere utilizzato per il servizio a pettine? Non c’è alcun dubbio che il sistema più veloce e con capacità modulabile è il trasporto su ferro, fra l’atro individuato dalla CE quale sistema di trasporto meno inquinante e quindi da preferire, se le condizioni del territorio lo permettono, alle altre tipologie di trasporto; non c’è alcun dubbio altresì che un sistema a pettine versatile debba essere organizzato con autobus di nuova generazione meno inquinanti e di ridotte dimensioni. Questo è il contesto in cui si deve muovere l’idea di metropolitana di superficie nel cosentino per liberare l’UNICAL, la città capoluogo, dalla morsa del traffico e nello stesso tempo possa divenire momento economico di crescita complessiva per tutto il territorio regionale.

 

* Gruppo dirigente PD Rogliano                                                                     

 

13 giugno 2008

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com