Progetto formativo per la prevenzione degli incendi

Iniziativa dell’Agesci – Settore Protezione Civile

 

AGESCI

ASSOCIAZIONE GUIDE E SCOUT CATTOLICI ITALIANI

Settore Emergenze e Protezione Civile

 

 

 

 

PROGETTO DI EDUCAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE

ALLA CULTURA DI PROTEZIONE CIVILE

 

 

La cultura del bosco per la prevenzione degli incendi

 

 

Premessa

 

Il 2007 è stato un anno in cui il problema degli incendi boschivi è stato particolarmente avvertito su tutto il territorio nazionale, con fenomeni di particolare intensità nei mesi di luglio ed agosto, quando si sono registrati più di 2.000 interventi aerei concentrati prevalentemente nelle regioni del sud Italia.

Malgrado l’impegno profuso ogni anno dalle strutture dello Stato (Dipartimento della Protezione Civile, Corpo Forestale, Vigili del Fuoco, ecc.), il bilancio degli incendi boschivi è sempre pesante e “disastroso”.

Con la proposta innovativa di quest’anno, il Dipartimento della Protezione Civile vuole effettuare un investimento culturale che interessi i giovani attraverso un percorso formativo che consenta la percezione del bosco non più come un elemento statico e inerte del paesaggio, ma come un fattore vivo e di primaria importanza per il benessere della collettività.

Ciò viene proposto attraverso la realizzazione del presente progetto che si pone, come obiettivo principale, diffondere tra le giovani generazioni la cultura del rispetto del patrimonio naturalistico e l’addestramento alle attività di protezione civile come esercizio del vivere civico.

 

Contenuti

 

L’intervento proposto e realizzato dell’AGESCI, in collaborazione con il Dipartimento della Protezione Civile, gli Enti Locali, il Corpo Forestale dello Stato, il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ed altre organizzazioni di volontariato di protezione civile, ruota attorno alla realizzazione di campi effettuati utilizzando una metodologia educativa del tutto simile a quella propria dello scoutismo, fondata sul contatto con la natura, sulla scoperta, sul senso del dovere, sullo spirito di iniziativa e di squadra e sulla responsabilità nei confronti della comunità. In particolare, il progetto proporrà un percorso formativo che analizzerà il “bosco” sotto i suoi molteplici aspetti: la flora, la fauna, le catene alimentari e gli ecosistemi ad esso legate, le precauzioni per la fruizione. Inoltre sarà presentato il sistema italiano della protezione civile, i suoi organismi, le sue componenti, ecc..

 

Didattica

 

La formazione dei giovani sarà predominante nelle attività. Per quello che concerne la parte teorica, la formazione sarà svolta attraverso lezioni frontali da parte di uno o più docenti/formatori, supportate da sussidi didattici (audiovisivi ed informatici, distribuzione di dispense e testi attinenti ai contenuti della formazione svolta, ecc.).

La formazione vedrà inoltre uno sviluppo di una parte pratica attraverso simulazioni ed esercitazioni sia individuali che di gruppo, sotto la supervisione dei formatori.

Tutti i corsi prevedono un momento comunitario iniziale di presentazione ed uno finale di verifica.

 

Durata, località, date

 

I campi avranno una durata che interessa sei giornate e cinque notti.

Ogni campo ha inizio alle ore 14,00 del primo giorno e terminerà alle ore 13,00 dell’ultimo. Prima dell’inizio del campo, agli iscritti verrà inviata una lettera o una e-mail con tutte le indicazioni necessarie per raggiungere il posto del campo e con le notizie logistiche utili.

 

DATA

LOCALITA’

REGIONE

REFERENTE

 

 

 

 

1 – 6 LUG

Aprigliano (CS)

Calabria

Scaglione  A.

8 – 13 LUG

Vallinfreda (RM)

Lazio

De Meo  F.

9 – 14 LUG

Spoleto (PG)

Umbria

Toseroni  F.

14 – 19 LUG

Piazza Armerina (EN)

Sicilia

La Porta  G.

14 – 19 LUG

Costigiola (VI)

Veneto

Tamburini  S.

25 – 30 AGO

Nusco (AV)

Campania

Attianese A.

 

Numero di partecipanti

 

Ogni campo potrà ospitare 25 allievi che abbiano compiuto i 14 anni alla data di inizio del campo e che non abbiano compiuto 18 anni alla data di chiusura del campo.

Non sarà realizzato il campo che avrà meno di 15 iscritti.

 

Tipo di sistemazione

 

I campi potranno prevedere uno dei seguenti tipi di sistemazione logistica:

·        In tende

·        In edifici (scuole, strutture comunali, rifugi, ecc.).

In relazione al tipo di sistemazione si potrà pernottare:

·        A terra con sacco letto e stuoino;

·        Su letti/brande con sacco letto;

·        Su letti/brande con lenzuola e coperte.

Il tipo di sistemazione varia da campo a campo e verrà comunicata ai partecipanti in anticipo, dopo l’iscrizione.

 

Contenuti

 

Il programma didattico svilupperà i seguenti argomenti:

         ambiente,

         tecniche di prevenzione e di intervento di anti incendio boschivo,

         primo soccorso,

         orientamento,

         radiocomunicazioni,

         logistica,

         il sistema di protezione civile,

         la protezione civile sei tu.

 

Materiale ed attrezzature individuali necessarie

 

Ogni partecipante dovrà portare al campo nel proprio zaino (è sconsigliato l’utilizzo di valigie, scomodo ma possibile l’uso di borsoni muniti di tracolla):

         sacco letto + stuoia isolante + necessario per la notte;

         bicchiere infrangibile + gavetta a tre pezzi o altre stoviglie infrangibili lavabili (non usa e getta) + set 3 posate + canovaccio da cucina;

         borraccia infrangibile;

         piccolo zainetto per escursioni;

         scarponi da montagna/trekking + scarpe da ginnastica;

         torcia tascabile a pile (+ pile di ricambio) + guanti da lavoro (misura appropriata);

         costume da bagno + telo mare + ciabattine da doccia;

         abbigliamento per escursioni (calzettoni alti di cotone + magliette + pantaloncini + cintura + …);

         abbigliamento per la sera (pullover o felpa + giacca a vento + k-way + cappellino di lana + pantaloni lunghi + …);

         biancheria di ricambio;

         beauty con: pettine/spazzola + dentifricio + spazzolino + ecc.;

         …..

 

Modalità di iscrizione

 

Per iscriversi ad uno dei campi sopra elencati, basta scaricare la scheda di iscrizione e la scheda medica, stamparli, compilarli in ogni parte, versare la quota di iscrizione di € 20,00 tramite bollettino di conto corrente postale ed inviare il tutto (compreso le certificazioni e documenti richiesti) per posta all’AGESCI, Piazza P. Paoli 18, 00186 Roma.

Tutti gli  allievi partecipanti avranno una copertura assicurativa contratta dal Dipartimento della Protezione Civile per l’intera durata del campo.

 

 

Nelle foto: la località ‘Casello Lardone’ a quota 1400 metri, nel comune di Aprigliano, luogo attrezzato e di grande fascino naturalistico, dove si terrà l’iniziativa formativa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

***

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com