Una guida turistica a Bianchi, paese delle pergamene

‘Biglietto da visita’ tra storia, cultura e tradizioni

 

“VIAGGIO nel Comune di Bianchi”: il paese delle pergamene. Questo è il titolo della guida turistica (nella foto la copertina)  presentata l’altro giorno in apertura dei lavori del Consiglio comunale. A spiegare i motivi della sua realizzazione e commissionata dall’Amministrazione Villella,  è stato il vicesindaco Antonio Valente, evidenziando che “l’opera appartiene a tutti, non a caso lo stesso titolo  e il contenuto  è trasversale di diverse amministrazioni che si sono succedute negli anni. Dall’Amministrazione Taverna che le ha acquisite, all’amministrazione Rocca che ha realizzato la sala museo”. Lo scopo della guida, ha aggiunto Valente, è quello di avere una sorta di biglietto da visita del nostro paese, valorizzare le potenzialità e farle conoscere, ovviamente oltre di rimarcare le bellezze del luogo. Tremila, sono le copie stampate dalla Big Agency Srl di Montalto Uffugo già in distribuzione i cui testi dei 200 scatti fotografici  sono stati curati dal prof. Mario Bianco. Quattro gli sponsor che hanno aderito all’iniziativa, settore agriturismo e trasformazione dei prodotti della terra: “La Fattoria; Tenuta Elia; Fungosila e Terranostra”. Attraverso la guida e con una apprezzabile sequenza fotografica viene mostrato e valorizzato tra l’altro il territorio, le bellezze naturali e paesaggistiche, la storia, la cultura e le tradizioni. Particolarmente suggestivi gli scorci del centro storico di Bianchi, i palazzi delle frazioni  Murachi, Censo (Palazzo Accattatis) e di Serradipiro. Cinque le chiese presenti sul territorio delle quali si possono ammirare stile e bellezze barocche, in particolare la parrocchia San Giacomo Apostolo del (700). Uno dei luoghi più prestigiosi della guida è il museo delle pergamene, donate a suo tempo dallo scrittore prof. Luigi Elvio Accattatis (congiunto dell’autore del vocabolario dialettale calabrese) un tuffo nel passato, tra le quali spicca la pergamena del 1198 dell’imperatrice Costanza che concede alcuni privilegi al monastero di Santa Maria di Corazzo. La guida ha detto il vicesindaco Valente, sarà presente anche alla prossima fiera del turismo di Rho (MI) che si terrà dal 21 al 23 settembre, già  inserita on-line sul sito www.calabriaproduttiva.it e pubblicata anche nel prossimo numero della rivista a diffusione regionale  “Calabria Produttiva”.

P. T.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com