PSC, nuova presa di posizione del gruppo AN-FI

Lo strumento urbanistico è al centro del dibattito

 

IL GRUPPO consiliare Alleanza Nazionale-Forza Italia, nella giornata di ieri ha diffuso una nota in cui ha confermato la contrarietà della minoranza rispetto all’approvazione del nuovo Piano Strutturale Comunale (Psc). “Intendiamo sottolineare che nessun obiettivo è stato centrato dal Psc. Inoltre – si legge nel documento del centrodestra – vogliamo evidenziare  che la riunione cui fa riferimento  l’Unione nel suo comunicato è stata convocata giorno 24 luglio 2008, alle ore 16 e cioè 7 ore dopo la convocazione formale del Consiglio avvenuta alle ore 9, questo è indice della trasparenza con cui amministra la giunta Gallo”. L’opposizione ha ribadito quanto già espresso di recente e per questo di volersi rivolgere al prefetto di Cosenza.  “Se il sindaco ritiene di aver operato con trasparenza – hanno scritto da An/Fi – per quali motivi sono stati negati gli atti del Psc, addirittura anche per una semplice presa visione o perché alla richiesta della minoranza di rinviare il Consiglio visto che non c’era nessuna scadenza, il sindaco non ha accolto le richieste della minoranza”. Nelle scorse ore i dirigenti del Pdl hanno attaccato il centrosinistra accusandolo di essere “privo di qualsiasi competenza politico-amministrativa” e di mettere “in ginocchio il Comune annullando per sempre il ruolo centrale che Rogliano aveva conquistati in 40 anni di storia all’interno del comprensorio”. Un comunicato dai toni molto duri, in cui il centrodestra cittadino ha sferrato un attacco su più fronti: dal Bilancio alla questione del presidio ospedaliero Santa Barbara, dalle opere pubbliche al nuovo piano urbanistico, a quella è stata definita “mancanza di un piano del traffico” che per la stesso Pdl “provoca conseguenze letali per l’economia del comune”.

G. St.

 

Nella foto: Leonardo Citino (Pdl).

 

Fonte

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com