Un mercatino dell’artigianato in favore delle missioni

Raccolti fondi per l’opera africana di don Battista

 

DUE le manifestazioni molto apprezzate organizzate in questi giorni nell’ambito dell’Estate Biancara: solidarietà e V° festival canoro dei piccoli. Il consueto appuntamento annuale, mercatino dell’artigianato locale con annesso tavolo dolci, promosso dal laboratorio missionario di Bianchi, affiliato all’Onlus “Stella Cometa” di Cosenza, ha registrato molto interesse, e il ricavato è devoluto alla missione africana di don Battista Cimino. L’iniziativa di carattere umanitario, ha lo scopo di sollecitare le coscienze per un piccolo gesto di aiuto a favore dei molti bambini africani vittime delle guerre, ma anche delle malattie e della povertà. Il messaggio di ringraziamento “Sui passi dei poveri” inviato in questi giorni da don Battista, missionario in Burundi e Kenia, diocesi di Machakos, sottolinea la sensibilità e l’amore della comunità verso i deboli. Poi aggiunge, che il missionario, farà ritorno in Calabria nel mese di ottobre per partecipare alla celebrazione del 25° anniversario della sorella, Suor Angela, che opera presso la comunità delle suore Dorotee nella parrocchia universitaria di Arcavacata. La notizia è stata accolta con gioia dal gruppo biancaro, che già pensa ai preparativi per ospitare ancora una volta il missionario, già parroco di Bianchi per circa dieci anni, la cui opera è rimasta una pietra miliare e per la quale è stata assegnata la cittadinanza onoraria di Bianchi. Nella missiva il sacerdote, informa sullo stato dei lavori dei sei progetti portati avanti con i fondi della solidarietà (disabili, acqua, santuario case, salute e scuola) e confessa che le giornate sono “faticose e tutto diventa stressante, tante sono le richieste di aiuto della gente”.  Il mio sogno nel cassetto, scrive don Battista “avere un piccolo gruppo permanente di volontari di Stella Cometa da queste parti per meglio servire i nostri poveri. Non so, conclude – se vedrò compiuto il sogno prima del mio definitivo rientro in Italia; ad ogni modo vado avanti cercando di fare il possibile. Pregate perchè abbia buona salute e la grinta di sempre”. Il gruppo del laboratorio missionario, che non ha mai dimenticato le difficoltà del missionario, per tutto l’anno ha lavorato con generosità realizzando piccoli lavoretti a mano (centini, arazzi, sciarpe, coperte, lenzuola etc) con l’unico scopo di metterli in vendita e sostenere la missione del missionario calabrese. E’ inumano, sostiene il gruppo biancaro, che le gradi potenze del mondo, pensano al domino e non fanno concretamente niente per le centinaia di bambini africani che ogni giorno muoiono a causa di malattie facilmente immaginabili e privi di assistenza sanitaria. Per quanto riguarda il festival canoro, organizzato dall’amministrazione comunale, i piccoli artisti, hanno divertito e strappato applausi con la loro schiettezza e simpatia. Circa 20 i concorrenti, che si sono cimentati sulle note di canzoni dello Zecchino d’oro ed altre più impegnative. A condurre la serata canora, ancora una volta la brava e simpatica Rita, mentre il lavoro di preparazione è stato svolto dalla competente maestra Mary De Fazio.

 

Pasquale Taverna

 

 

Nelle foto: il Mercatino della Solidarietà a Bianchi.

 

 

Fonte

 

 

 

 

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com