Gli idraulico-forestali chiedono un “ritorno al bosco”

Lavoratori del Savuto chiedono risposte certe sul loro utilizzo

 

“AFOR, nessuno ha le idee chiare”. E’ quanto sostengono gli iscritti di settore alla Camera del Lavoro di Rogliano, che nelle scorse ore hanno posto l’accento sul comparto della forestazione calabrese alla luce delle decisioni propedeutiche al passaggio di competenze alle province. La presa di posizione arriva al termine di un periodo particolarmente difficile sul fronte degli incendi boschivi, che anche quest’anno ha visto impegnate le squadre di lavoratori Afor. “Abbiamo assistito ancora una volta ad una estate di fuoco in una regione come la Calabria dove la prevenzione degli incendi diventa un optional”. Ed è proprio alla prevenzione mediante opera sistemazione del bosco che gli aderenti al sindacato Cgil puntano per rivendicare il ruolo originario delle maestranze “che in montagna curavano il dissesto idrogeologico del territorio e che oggi sono costrette a nuovi lavori: dall’operatore ecologico, al muratore al falegname e quant’altro”. La Camera del Lavoro di Rogliano ritiene importante, quindi, un “ritorno nel bosco” – al lavoro di sistemazione delle aree boscate mediante operazioni di pulizia, spalcatura e diradamento, di creazione di fasce parafuoco, di riutilizzo del materiale. Un insieme di attività di sistemazione destinate al mantenimento del verde quale metodo di cura e sostegno agli equilibri naturali, ma anche di prevenzione rispetto ai pericoli (incendi, frane, malattia delle piante, dissesto idrogeologico e degrado) del patrimonio forestale. Patrimonio che molto spesso conserva specie di particolare pregio naturalistico, storico e paesaggistico. Personale, dunque, da destinare al presidio delle zone verdi e ad attività di prevenzione dei rischi e non da “affidare in adozione alle Amministrazioni comunali”. “Come operai idraulico-forestali della valle del Savuto – affermano gli interessati – chiediamo con forza alle segreterie provinciali e regionali affinché si attivino per dare senso alle nostre richieste. E risposte concrete dalla Giunta regionale della Calabria”.

 

Gaspare Stumpo

 

 

Fonte

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com