Alla Camera del Lavoro per discutere di occupazione

La Cgil prepara la manifestazione del 27 settembre

 

 

“UNA NORMA che impedirebbe la stabilizzazione dei precari, come stabilito dalle passate leggi finanziarie, e che comporterebbe la perdita del posto di lavoro per non meno di 120 mila persone”. E’ quanto afferma il coordinatore del dipartimento settori pubblici della Cgil, Michele Gentile, in una nota diffusa dall’ufficio stampa nazionale in merito ad una possibile misura collegata alla manovra 2009 da parte del ministro competente. Manovra che per quanto si legge nel documento sindacale diffuso dalla Cgil andrebbe a colpire pubblica amministrazione, università, enti di ricerca, con “perdita del posto di lavoro per non meno di 120 mila persone, senza contare le conseguenze dei tagli sulla scuola”. L’aria che tira non è certo favorevole alla già preoccupante situazione calabrese, soprattutto per alcuni comparti di lavoratori che già da anni sono in lotta per il riconoscimento di diritti considerati anche fondamentali. Nell’ambito della discussione su occupazione e precariato sulla base delle realtà territoriale, lavoratori e precari di più settori, compreso gli lsu/lpu, si sono ritrovati , nei giorni scorsi, all’incontro promosso presso la Camera del Lavoro di Rogliano. L’iniziativa è risultata propedeutica per la manifestazione ‘Diritti in Piazza’ organizzata per il 27 settembre prossimo (Cosenza, sit in piazza XI Settembre – ore 9.30).

 

R.S.

 

 

Nella foto: precari del Savuto durante una manifestazione.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com