Precari, la Cgil chiede l’accelerazione dei pagamenti

Nota della sigla sindacale sulla questione spettanze

 

DOPO L’APPROVAZIONE da parte della Commissione Bilancio e Programmazione nella seduta di martedì 25, della proposta di assestamento del bilancio di previsione della regione Calabria, si aspetta ora la convocazione del Consiglio regionale per il via libero definitivo. Nella stessa manovra di assestamento è prevista tra l’altro, la copertura finanziaria per la corresponsione di quasi 5 mensilità arretrate riguardanti i sussidi e l’integrazione oraria ai lavoratori precari della Calabria utilizzati nei progetti Lsu/lpu. I ritardi nella corresponsione delle spettanze hanno determinato un forte clima di tensione e preoccupazione tra tutti i lavoratori. La Cgil Calabria ritiene necessario un atto di grande responsabilità politica e istituzionale. La Cgil Calabria ribadisce, pertanto, la richiesta di velocizzare le procedure per consentire ai quasi 6.000 lavoratori di ricevere le proprie spettanze arretrate entro il 20 dicembre. Occorre, inoltre scongiurare il rischio che la gravità delle crisi economica e sociale che investe la nostra regione colpisca ancora di piu’ i soggetti deboli della società. E’ grave e inaccettabile che alle difficoltà sulle prospettive future relative alla stabilizzazione di questa vasta area di precariato si sommano persino i ritardi nella corresponsione delle loro spettanze. La Cgil ritiene ancora necessario l’intervento del Presidente della Giunta regionale Loiero e dell’Assessore regionale al Lavoro per consentire il superamento delle difficoltà e la corresponsione degli emolumenti in tempi rapidi.

 

Fonte: Cgil Calabria.

 

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com