Concluso il tour del ‘Sabatum Quartet’ in Argentina

Concerti, interviste radiofoniche, articoli stampa

 

E’ STATA una decade davvero intensa quella trascorsa dai Sabatum Quartet nella terra del tango e dei toreri. In Argentina, il Sabatum è stato impegnato in cinque concerti e quattro speciali radiofonici, oltre a interviste su testate giornalistiche nazionali, la partecipazione ad un film e la presenza come testimonial della ricerca culturale e musicale in relazione al cambio generazionale presso il senato della nazione. Bilancio più che positivo, dunque, per un tour caratterizzato dal concerto in onore a tutti gli emigrati calabresi in Argentina, tenuto a Buenos Aires; la data a Lanùs, città natale di Diego Armando Maradona, con la consegna di un riconoscimento al gruppo per l’importante contributo culturale offerto alla manifestazione; le dirette radiofoniche nazionali su radio El Mundo, Argentina e Onda Latina; l’interesse suscitato sulla stampa argentina e l’esibizione offerta dalla band presso l’auditorium “Simon Bolivar” in favore della causa dei lavoratori precari dell’Hotel Bauen, residenza del Sabatum durante il soggiorno in Argentina. Tra una data e l’altra, il gruppo ha pure avuto il tempo di girare una sorta di videoclip sulla struggente colonna sonora Nova razza per un film-documentario sul tema dell’emigrazione, realizzato da Mediaset in collaborazione con la Regione Calabria, la Provincia di Cosenza ed il comune di Amendolara. Il film, che racconta l’emigrazione di un giovane amendolarese che lascia l’Italia per cercar fortuna in Argentina e che parteciperà tra l’altro al Giffoni Film Festival, uscirà nel mese di marzo 2009. La band si è esibita pure a La Plata, cittadina a sud di Buenos Aires, residenza di un folto numero di emigrati di Bivongi, per concludere il tour latino con il concerto al Teatro Coliseo di Buenos Aires, in occasione della 53a edizione de “La Semana Calabresa”. Nella serata conclusiva, oltre 2000 spettatori paganti hanno assistito all’esibizione della band del Savuto, tributandole anche una standing ovation finale. Dieci giorni memorabili dunque, per i ragazzi del Sabatum, che hanno colto al volo l’occasione di far conoscere in America latina la musica tradizionale calabrese e il sound del Savuto.

Assunta Cristello

 

Nella foto: uno dei concerti del Sbatum Quartet in Argentina.

 

Fonte

 

Per saperne di più: www.sabatumquartet.it

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com