Il volume di don Battista Cimino nelle case di Bianchi

Il ricavato del libro destinato alle missioni in Africa

 

“FIORI nel deserto” – la nuova “fatica letteraria” di don Battista Cimino missionario in Africa nella diocesi di Machakos, in questi giorni, attraverso il volenteroso Pierino Marasco è arrivata in ogni casa di Bianchi. Nonostante è passato molto tempo (circa 20 anni) da quando don Battista ha lasciato la parrocchia San Giacomo Apostolo per andare a Mendicino e poi in Africa, il ricordo è sempre vivo nei cuori della popolazione. Un segno indelebile, un cordone ombelicale ancora oggi dopo tanti anni integri al punto che ogni suo appello alla solidarietà trova breccia nei cuori dell’intero paese dell’alto Savuto. Circa duecento le pagine del nuovo lavoro il cui ricavato è devoluto come sempre per l’opera missionaria in Africa. Uno spaccato di vita quotidiana rappresentata anche attraverso alcune immagini, che ritraggono il missionario insieme ai suoi “angeli neri” – giovani guerrieri e tribù. Emozionante l’immagine della benedizione impartita al missionario da Papa Giovanni Paolo II° in occasione della festa della Divina Misericordia a Cuneo, nel 2004. La presentazione firmata da Suor Maria (carmelitana scalza) tratteggia “il candore quasi fanciullesco con animo sincero e amorevole di don Battista proteso verso i poveri, gli ammalati, i bimbi abbandonati e gli affamati”. Il libro è stato scritto presso il centro missionario “Ch. de Focauld” di Cuneo, dove l’autore ha trascorso un intenso periodo di esercizi spirituali. Nel volume sono riportate le annotazioni che, giorno dopo giorno che l’autore appunta sul suo taccuino. Inizia a descrivere la giornata tipo, i tempi di preghiera, il lavoro, il riposo ecc. Poi c’è spazio per i piccoli episodi quotidiani e il viaggio nel semideserto del Kenya tra la popolazione Samburu e Turkana, incontri che sono l’anima per la riflessione del missionario. Infine le annotazioni più intime diventano preghiera. Don Battista, che il 28 luglio prossimo festeggerà il 25° anniversario di sacerdozio, ha scritto ”Quando la mente, l’intelligenza, il cuore e lo spirito decidono di mettersi in atteggiamento di ascolto tutto è possibile per avere un messaggio di vita. Malauguratamente –prosegue – siamo presi dall’attivismo, chiasso che circonda, dalla superficialità e dall’orgoglio cieco che ci impedisce di metterci in ascolto e in dialogo”. Una testimonianza, una riflessione con stile semplice e diretto che cattura il lettore dando la sensazione di essere afferrati per mano dal missionario e condotto a ripercorrere il suo viaggio, la sua esperienza di uomo di fede, assaporando anche fatiche e difficoltà, ma pure le gioie. Infine, dalla lettura del libro, emerge un messaggio, un invito a meditare per avvicinarsi a Gesù, scavare in se stesso e offrire il cuore ai bisognosi .

Pasquale Taverna

 

Nella foto: don Battista con i suoi amici in terra d’Africa.

 

 

***

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com