Savuto, costituito il GAL (Gruppo di Azione Locale)

Lucia Nicoletti eletta presidente. Pietro Bozzo vice

 

LO STRUMENTO di programmazione (e concertazione) non ha fini di lucro e si pone come obiettivo la valorizzazione delle aree rurali attraverso la promozione di idee produttive rispetto alle vocazioni naturali e territoriali. Infatti, il Piano di Sviluppo Rurale (Psr) elaborato dalla Regione Calabria ed approvato in sede di commissione europea, ha individuato il Savuto come zona eleggibile del cosiddetto Asse Leader (programma di iniziativa comunitaria) in quanto area rurale in ritardo di sviluppo, nonché come territorio nuovo che non ha mai sperimentato l’approccio Leader e quindi l’utilizzo della misura 431. Costituito formalmente il 26 gennaio scorso con la elezione del Consiglio di amministrazione, del Gal fanno parte la Comunità montana del Savuto, i comuni di Altilia, Belsito, Carolei, Carpanzano, Colosimi, Figline Vegliaturo, Grimaldi, Mangone, Marzi, Panettieri, Parenti, Paterno Calabro, Pedivigliano, Rogliano, Scigliano, Santo Stefano di Rogliano (soggetti pubblici), Cia, Coldiretti, Upa, Cna, Cooperativa Bocca di Piazza, Cooperativa F.lli Garofalo, Cooperativa Savuto, Cooperativa Ars, Cooperatica Cozac, Consorzio Sucal, Fontenoce, Associazione Italiana Sommeliers, Associazione Strada dei Vini e Consorzio Vini Calabria Citra (soggetti privati). Presidente del Gal Savuto è stata indicata Lucia Nicoletti (comune di Santo Stefano di Rogliano), vice presidente Pietro Bozzo (Coldiretti). “Si tratta di un grosso risultato – ha detto il neo presidente – dove ha prevalso il buon senso degli amministratori locali e l’attenzione verso il territorio”. “Anche perché – ha ricordato Nicoletti – altre due volte il Savuto era stato individuato come zona Leader, ma mai andato a buon fine”. La sede del consorzio è in via Nazionale, a Piano Lago di Mangone.

 

Gaspare Stumpo

 

 

Nella foto: Lucia Nicoletti.

 

 

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com