In scena la commedia “L’oru luccica a furberia no”

Carpanzano: applausi per il testo di Luigi Ponterio

 

IN SCENA la commedia in tre atti ‘L’oru luccica a furberia no’ di Luigi Ponterio. La rappresentazione scenica si è tenuta nei giorni scorsi presso l’ex chiesa di San Pietro a cura della pro loco. L’opera del giovane autore carpanzanese ha fornito uno spaccato endemico della società del Savuto, soprattutto le strategie, le ansie, gli intrallazzi, i movimenti e le furberie legate alle competizioni elettorali. A giudizio dell’assessore comunale alla Cultura, Lillo Sciarratta “L’autore ha la capacità di cogliere le sensazioni, le emozioni, di sapere scrutare dentro le cose, quasi una lente utile per capire fenomeni sociali e culturali per portarli poi in scena in dialetto carpanzanese, la sua lingua madre,la lingua delle radici e della terra”. “Per Luigi Ponterio – ha aggiunto l’assessore – è un tributo di stima, di ammirazione e di affetto da parte dei carpanzanesi, orgogliosi per un cultore di un’arte così nobile qual è la poesia, la prosa chiara e armoniosa della realtà quotidiana”. La commedia è stata realizzata grazie all’impegno di un gruppo di giovani del posto che si sono prodigati non solo nella recitazione, ma anche nell’allestimento scenografico e nella preparazione dei costumi. “Continueremo ad andare avanti con tenacia – ha ribadito Sciarratta – e diciamo con testardaggine, ben al di là della retorica di circostanza, ribadendo che è una scommessa con noi stessi, quella di proporre nuovi scenari, di delineare nuove proposte, di sapere cogliere tutte le occasioni di crescita che un contesto sociale e istituzionale in evoluzione saprà offrirci”.

 

G. St.

 

 

Nella foto: Lillo Sciarratta durante un suo intervento.

 

 

 

***

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com