Neve su Savuto: in queste ore il pericolo è il ghiaccio

Nota del Comitato ‘Ridiamo valore alle Ferrovie della Calabria’

 

SONO MIGLIORATE le condizioni atmosferiche nell’area del Savuto, anche se se previsioni meteo pare portino di nuovo maltempo. Le schiarite di ieri hanno contribuito a sciogliere una buona parte di manto nevoso (soprattutto sulle strade interne) permettendo la circolazione degli autoveicoli, fortemente preclusa nelle ore precedenti. La giornata di sole ha consentito a comuni e Provincia di proseguire gli interventi operativi, questa volta in chiave preventiva, attivando i mezzi spargisale. Il pericolo maggiore resta infatti legato al ghiaccio sia all’interno dei centri storici che sul resto della viabilità. Ghiaccio che resta pericoloso non solo per le autovetture, ma anche per i pedoni. E alle precarie condizioni viarie sarebbe da addebitare la decisione delle Ferrovie della Calabria di sospendere, temporaneamente, il servizio bus navetta fra le stazioni di Piano Lago e Carpanzano. Servizio, ricordiamo, attivato a causa di alcune frane sulla linea ferrata nei territori di Santo Stefano di Rogliano e Rogliano. I pendolari della tratta Cosenza-Soveria Mannelli hanno chiesto all’Azienda informazioni “in tempo reale” sullo stato del servizio. Sempre per quanto riguarda i trasporti ferroviari, il comitato pendolari “Ridiamo valore alle Ferrovie della Calabria” ha espresso soddisfazione per la riapertura delle sale d’attesa e dei bagni della stazione di Colosimi. Per l’interessamento, oltre ai dirigenti delle FdC, Giuseppe Lo Feudo e Santo Marazzita, il Comitato ha ringraziato il presidente della Comunità montana del Savuto, Anna Aurora Colosimo, ed al sindaco di Colosimi, Raffaele Rizzuto. Il gruppo ha invitato gli altri sindaci “a garantire l’apertura e la pulizia delle stazioni” – anche per la funzione sociale che esse svolgono. “Non possiamo parlare di turismo, di civiltà – hanno detto – se priviamo i cittadini di questi servizi. Molte stazioni sono in via di decadimento, per i viaggiatori non è più tollerabile trovare sale d’attesa chiuse o bagni murati o chiusi”. La speranza è che sia le Ferrovie della Calabria, sia gli amministratori degli enti locali raccolgano l’appello del Comitato. In fondo per rendere più gradevole la sosta temporanea nelle stazioni basta davvero poco.

 

Gaspare Stumpo

 

 

Nelle foto: la stazione FdC di Colosimi.

 

 

 

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com