E’ morto il prof. Ottavio Angotti, famoso economista

 Uno dei figli più illustri del Savuto. I funerali a Pedivigliano

 

All’ETA’ di 73 anni è deceduto il professor Ottavio Angotti. L’illustre personaggio, economista di fama mondiale, nato a Pedivigliano, dopo una vita trascorsa negli Stati Uniti, Russia e Cina, qualche anno addietro era ritornato nel suo paese natio per stare vicino al fratello Oreste. Colpito da una grave patologia, il professor Angotti, pur ricorrendo ad appropriate cure mediche, l’altro giorno si è spento nell’ospedale civile di Brescia. In attesa dell’arrivo dei figli dagli Stati Uniti per le esequie che si terranno domenica pomeriggio, il feretro arrivato ieri sera da Brescia si trova nella camera ardente allestita nella chiesa San Pietro e Paolo di Pedivigliano. La notizia della scomparsa dello stimato concittadino, ha provocato grande commozione nel piccolo comune e nel mondo economico e scientifico calabrese, dove il professore era conosciuto e apprezzato da tutti. Una persona cordiale e allegra, sempre col sorriso in bocca, ottimista, saggio e con una grande voglia di realizzare qualcosa d’importante per i propri concittadini. Dopo il ritorno nel paese natio, nonostante i suoi 73 anni, portati molto bene, amava dire agli amici che avrebbe voluto lavorare almeno altri dieci anni per mettere a disposizione della comunità la sua esperienza, le sue conoscenze e per dare un impulso a tutta la Valle della Savuto, un territorio dal professore definito “stupendo ma non adeguatamente sfruttato”. Il sindaco Lucio Costanzo, appresa la triste notizia oltre a stringersi attorno al dolore dei familiari, ricorda che era stato colpito dal dinamismo e dalle ide dell’illustre concittadino, col quale aveva intrapreso un ottimo rapporto di amicizia. "Col professore – dice il primo cittadino – come amministrazione comunale eravamo disponibili a mettere in atto alcune sue idee innovative di carattere socio-economico che avrebbero sicuramente portato lustro e benessere al nostro paese e alla Calabria”. Il professor Angotti, persona generosa e disponibile verso i propri simili, anche dopo morto non si è smentito, e con un gesto di altruismo e tenendo fede ai suoi sani principi, ha voluto donare le sue cornee, affinché qualcun altro possa vedere la luce e le bellezze di questo mondo che lui ha amato tanto.  Ottavio Angotti nasce in Calabria, a Pedivigliano (Cosenza) il nove giugno del 1936. Diplomatosi col massimo dei voti all’Istituto tecnico per ragionieri a Cosenza, dopo la guerra emigra negli Stati Uniti, in California. Si laurea all’università Award in Economia. Dopo aver ricoperto numerosi e importanti incarichi, nel 1984 è Presidente della Consolidated Savings Bank di Irvine. Negli anni novanta lavora prima in Russia e poi come docente di Economia alla Peking University e la ShenZen University in Cina. Non ultima, promotore di viaggi studio tra le università cinesi e quella calabrese di Arcavacata. Un uomo lungimirante, che ha intravisto per primo, con il mercato cinese le grosse opportunità di lavoro per gli imprenditori calabresi, ai quali disse” siate più coscienti, responsabili ed accettare le filosofie e la cultura del popolo cinese”.

Pasquale Taverna 

Nella foto: il prof. Ottavio Angotti.

 

 

 

***

 

 

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com